10 Marzo 2019 • Domenica Musicale

Yoshi Musicale: aspettando Yoshi’s Crafted World

Manca una ventina di giorni all’uscita di Yoshi’s Crafted World, il nuovo gioco della serie di Yoshi per Nintendo Switch. Nell’attesa di questo platform carinissimo in tutto e per tutto, ho pensato di scrivere un articolo per riascoltare con voi un po’ della musica della serie. In particolare ho voluto prendere in esame i giochi che appartengono allo stesso filone di Crafted World, dallo stile grafico particolare e… senza Baby Mario. Via alla musica!

Yoshi’s Story

Il primo gioco che ascolteremo sarà Yoshi’s Story per Nintendo 64. In questo capitolo, l’intera Isola Yoshi è stata trasformata in un libro illustrato da Baby Bowser, e di conseguenza l’intero comparto artistico per rendere l’effetto ci mostra ambientazioni che sembrano proprio pagine di un libro del genere, con tanto di cartone visibile.

Il tema principale del gioco, che state ascoltando ora, cantato dalle amabili voci degli Yoshi, è ripetuto in quasi tutta la (breve) colonna sonora, composta da Kazumi Totaka. Ripetuto così tanto che io stesso, mentre cercavo brani adatti, ho fatto fatica a non prendermelo in antipatia… comunque, c’è un’altra traccia cantata che ho trovato particolarmente divertente.

Yo Yo Yoshi

Non potevo di certo aspettarmi che ci fosse una canzone rap in mezzo a tutte le altre tracce di Yoshi’s Story, fa un effetto stranissimo e al contempo divertente. Ovviamente, le parole sono completamente senza senso, come se a cantare fosse uno Yoshi dalla voce incredibilmente grave. In sottofondo c’è pure il ritmo scandito, con qualche strumento elettronico ogni tanto. Ma adesso saltiamo direttamente a una traccia che NON usa il tema di Yoshi’s Story!

Baby Bowser’s Lullaby

Verso la fine del gioco, gli Yoshi devono sgattaiolare nel castello di Baby Bowser di nascosto, ed ecco la musica che sentiamo in sottofondo. Sì, la somiglianza con la Danza della fata confetto di Tchaikovsky è innegabile, soprattutto per quelle campanelle. Se queste e le corde pizzicate possono essere viste come gli Yoshi che si intrufolano in punta di piedi nel castello,  le parti come quella a 0:36 sembrano i nemici che hanno scoperto gli intrusi, con quegli archi che irrompono così improvvisamente da fare sobbalzare l’ascoltatore.

Per il resto, la colonna sonora di Yoshi’s Story non lascia molta altra scelta visto che, come ho già detto, si tratta quasi sempre dello stesso leitmotiv ripreso in maniera leggermente diversa. È anche normale, per i tempi in cui è uscito il gioco.
Un altro capitolo che andremo ad ascoltare è molto più recente invece, e sto parlando del morbidissimo Yoshi’s Woolly World, che vanta una colonna sonora di quasi 3 ore… qui invece ho avuto l’imbarazzo della scelta!

Yarn Yoshi Takes Shape!

Proprio come con Yoshi’s Story, iniziamo con il tema principale di questo gioco tutto di lana. La melodia in primo piano è tanto dolce quanto vivace, mi fa pensare a Yoshi che saltella per i livelli da un punto all’altro. Il tutto è accompagnato da un’allegra chitarra, anche quando la musica varia verso i 20 secondi, con un flauto in primo piano. La traccia prende infine una piega più calma e rilassata verso i 50 secondi, arrivando a essere quasi una ninna nanna, ma poi riparte subito dopo alla carica! Kazumi Totaka ha effettivamente lavorato alla colonna sonora di questo gioco, ma soltanto sul tema principale! Il resto, per la maggior parte, è stato composto da Tomoya Tomita. Andiamo avanti con la prossima!

 

Bounceabout Woods

E dopo aver scelto la traccia principale, vado a prendere quella del livello subito dopo. Ops. Bounceabout Woods è una musica che mi rallegra un sacco, personalmente. Credo che sia impossibile non stare a battere il ritmo mentre si ascolta, definito molto forte sin da subito da percussioni e battiti di mano. Il protagonista invece è un felicissimo flauto! Per la prossima traccia invece ho notato un riferimento a un gioco altrettanto “lanoso”…

 

Yoshi and Cookies

Nonostante il titolo fuorviante, non ci sono citazioni a Yoshi’s Cookie nella musica, bensì al tema dello schermo del titolo di Kirby’s Epic Yarn! Ovviamente non sappiamo se è voluta, dato anche che il compositore è lo stesso. Anche in Yoshi and Cookies si mantiene un motivetto molto vivace, grazie a delle percussioni e un basso in sottofondo che accompagnano prima un idiofono che non riesco a identificare e poi un flauto.  Mi piace particolarmente il modo in cui ricomincia il loop della musica, per esempio verso i 53 secondi.

Sfortunatamente, non conosciamo ancora molto della colonna sonora di Yoshi’s Crafted World, ma possiamo sicuramente includere il tema principale che abbiamo già ascoltato nella demo!

Anche questo tema è molto giocoso come la maggior parte delle tracce viste oggi. Chissà, questo potrebbe significare che anche il resto della soundtrack del gioco porterà lo stesso feeling di tranquillità e allegria! Il flauto in primo piano è accompagnato da tutta una serie di strumenti in sottofondo, tra cui ogni tanto si sentono dei simpatici effetti sonori che rimandano allo stile “artigianale” di questo gioco: viti avvitate, matite che colorano, e anche un deciso suono di pagine svoltate.

Personalmente, trovo che la musica di Yoshi sia sempre un toccasana per il mio umore, perché proprio come i giochi in generale mi dà un senso di relax. Anche per questo aspetto di provare la versione completa di Yoshi’s Crafted World, che vi ricordo uscirà il 29 marzo. Se questo articolo non vi è bastato, c’è sempre la demo disponibile sul Nintendo eShop!

Nintendoomed partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Prova gratuitamente Amazon Prime per ricevere i tuoi acquisti in un giorno.

Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all’arena dei mostri per ottenere la spada Falcon.
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Dario "Spiky" Vetrano

Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all'arena dei mostri per ottenere la spada Falcon. Lo trovate su Facebook e Twitter.