16 Gennaio 2019 • Notizia

A quanto pare, il caro Yoshi è davvero un evasore fiscale

tax fraud

Come molti di voi lettori ben sapranno, il caro Yoshi nel corso degli ultimi tempi non ha avuto vita facile con il pagamento delle tasse. Quello che è diventato un meme di internet, alla stregua di Bowsette, non ha fatto altro che evolversi mese dopo mese. Ma a conti fatti, c’è veramente un fondo di verità?

Beh, sì a quanto pare. Vi avremmo detto di no mesi fa, ma onestamente, quanti di voi hanno acquistato La Via della Fortuna su Wii anni fa?

Come riporta infatti Supper Mario Broth, profilo Twitter che si occupa di snocciolare diverse curiosità sul mondo di Mario, all’interno del party game crossover con Dragon Quest esiste una prova inconfutabile.

Quando nel corso di una partita si decide di costruire un ufficio per il pagamento delle tasse, ciascuno dei 26 personaggi giocabili commenterà l’avvenimento. Nel caso di Yoshi, è l’unico che chiede al giocatore di essere esentato dal pagamento delle tasse. Beh, che dire.


Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).