22 Marzo 2016 • Notizia

Wii U, Nintendo concluderà la produzione nel 2016

Wii U è morto, viva il Wii U. Dopo anni di agonia che hanno cementato il suo ruolo come console casalinga più fallimentare nella storia dell’azienda da un punto di vista rigorosamente economico, il successore del Wii (che ironicamente riveste il ruolo opposto) vede concludersi una volta per tutte una carriera molto più gloriosa nel suo parco titoli che nel riscontro effettivo di pubblico.

Come riporta il sito della Borsa di Tokyo, Nikkei, e come potete leggere riassunto in inglese qui, Nintendo concluderà quest’anno la produzione di Wii U. Un annuncio prevedibile, data la costante “carenza” di accessori per la console lamentata ultimamente e per annunci sempre più ridotti di nuovi giochi. Mario Kart 8, Splatoon, Smash Bros., Super Mario Maker: benché con assenze clamorose quali Metroid e (fino a quest’anno) Zelda, la console ha a disposizione titoli appetitosi che le hanno permesso di ritagliarsi uno spazio dignitoso nel mondo videoludico degli anni ’10. Ma non è stato abbastanza per risollevarla dall’ultimo posto che occupa nella speciale classifica delle console casalinghe made in Nintendo, non riuscendo a superare quell’altro genio incompreso che fu il GameCube.

Non solo: si conferma così il trend negativo delle console da attaccare alla tv prodotte dalla grande N, che con l’eccezione clamorosa di Wii hanno registrato una discesa costante dall’epoca d’oro del NES. A questo punto l’arrivo di NX sui mercati pare imminente, e questo tweet -che si rifà sempre all’articolo di Nikkei- del CEO di Kantan Games, Serkan Toto, pare confermare che il nuovo pupo verrà annunciato quest’anno. La speranza è che si riesca davvero a rinnovare un concetto, quello appunto di console casalinga, che non funziona più.

Che dire, se non sogni d’oro dolce principe. Non hai segnato un’epoca, per una lunga serie di ragioni che esula da questo necrologio. Se fossimo sul Morto del Mese vi direi che abbiamo il morto del 2016: ma siamo su Nintendoomed, quindi vi dico “premete F per Wii U”.

Aggiornamento del 23 marzo 2016
Nintendo ha negato quanto affermato da Nikkei, riferendo alla stampa che la fonte della notizia “non proviene da loro”.
Errore di Nikkei o un semplice modo per allungare le vendite della console? Bloccare così presto la produzione di una console non è una novità nel mercato videoludico, pensiamo ad esempio alla prima Xbox, al SEGA Saturn o allo stesso GameCube. Ad aprile Nintendo terrà la sua consueta riunione con gli azionisti, dove dovranno parlare dei loro piani futuri per il prossimo anno fiscale. Non è da escludere, insomma, che proprio in occasione di ciò sentiremo finalmente parlare più chiaramente di Project NX, la prossima console di casa Nintendo.

Efficiente, professionale, sempre aggiornato.
Ha preferito mettere da parte tutto questo per dire la sua su Nintendoomed, a volte con toni da drama queen ma sempre con tanta passione. Gli piace far finta che il mondo sia fermo al 2005.

Autore: Lorenzo "Twist" De Vizzi

Efficiente, professionale, sempre aggiornato. Ha preferito mettere da parte tutto questo per dire la sua su Nintendoomed, a volte con toni da drama queen ma sempre con tanta passione. Gli piace far finta che il mondo sia fermo al 2005.