Il visore scan di Metroid Prime è stata un’idea di Nintendo

1 min.
05.09.2016
Notizie


In un’intervista di Game Informer, Mark Pacini, ex-sviluppatore dei Retro Studios, ha dichiarato che il visore scan di Metroid Prime è stata un’idea di Nintendo.

In origine, quando discutevamo su ciò che Samus avrebbe potuto fare nel mondo di gioco, avevamo previsto dei visori, ma non gli avevamo dato troppa rilevanza. C’erano il visore termico, il visore a Raggi X e cose di questo tipo…ci sembrava un’idea sciocca. Nintendo sosteneva: “Questo gioco avrà un visore scan. Questo gioco si baserà sulla scansione ambientale.” e noi rispondevamo “ok, ma questo è più un gioco d’azione, uno sparatutto”. Ma alla fine da Tanabe arrivò l’illuminazione: “beh, e se sfruttassimo queste scansioni come tutorial, come istruzioni per i giocatori?”. E dato che il loro mantra era “Questo gioco si baserà su un visore scan”, nonostante noi avessimo delle idee completamente differenti, siamo stati in grado di implementare questo visore con la giusta naturalezza, dopo vari tentativi. Fu una grande idea, perché oggi ci sono molti titoli che sfruttano un visore scan, ma all’epoca era una novità.

Fonte: gonintendo