9 Aprile 2019 • Notizia

Apparsi dei video della beta di Super Mario 64 e Super Mario RPG

Forse non lo sapete, ma su YouTube esiste il canale kukun kun, che da tempo carica dei filmati di repertorio con immagini beta di giochi molto amati. Negli ultimi giorni sono apparsi anche degli spezzoni della beta di Super Mario 64 Super Mario RPG: Legend of the Seven Stars.

Il motivo per cui nelle thumbnail si vede l’orrido lupo di Famitsu è che i video provengono da Game Catalogue 2, un programma TV degli anni ’90 prodotto dalle stesse persone dell’ubiqua rivista. Vediamo quindi i due video.

Dal minuto 5:53 di questo primo video (la trasmissione del 2 dicembre 1995, dice il titolo) vediamo Super Mario 64. Già da subito stupisce la presenza di questa voce stridula da personaggio secondario di un anime kodomo, invece di quella di Charles Martinet.

L’esterno del Castello di Peach non sembra essere cambiato molto, ma vediamo subito quelle pareti blu dell’interno che prima conoscevamo solo tramite immagini dall’E3 ’95. La stanza del quadro di Monte Refrigerio sembra essere dietro la porta che nel gioco finale ospita Battaglia di Bob-ombe, e contiene un solo quadro anziché tre. Il quadro, poi, mostra una generica montagna innevata, invece dei pupazzi di neve. Il livello sembra iniziare direttamente all’interno dello scivolo, ma non è quello del pinguino bensì lo scivolo con stelle e lune sullo sfondo che poi sarebbe stato spostato a Monte Gigante. Forse perché troppo difficile? In effetti il tizio dopo un po’ cade e muore. Premete il tasto A 0,5 volte per pagare rispetto.

In seguito vediamo un breve scorcio di Lago di Lava, che non pare essere cambiato molto, e Abisso Acquatico, incluso il vecchio energimetro “a lancetta”. E in ultimo una battaglia contro Bowser. La trasmissione prosegue con un po’ di Mario Kart 64 e un’intervista a un giovanissimo Shigeru Miyamoto.

E quello era solo il primo video. Il secondo, che raccoglie la puntata del 23 settembre 1995, inizia a mostrare Super Mario RPG a partire dal minuto 4:12. Stavolta i conduttori sono in studio e parlano con qualcuno che dal modo in cui lo ascoltano presumo essere membro dello staff del gioco, ma nessuno dice il suo nome.

Qui il gioco non ha subito particolari cambiamenti grafici, ma possiamo vedere ad esempio che il ladro Croco era in origine verde-giallastro, non viola, il palazzo di Nimbus Land era meno infestato dalle piante e Yo’ster Isle era priva della sua famosa pista da corsa.

Come sempre, è bello immergersi nel passato, soprattutto se si tratta del primo RPG di Mario e del gioco che ha cambiato per sempre il modo di sviluppare in 3D.

Fonte: Usgamer


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.