18 settembre 2018 • Notizia

Un uomo si serve della figlia per rubare Nintendo Switch e 3DS

Se vi servivano prove che Switch costa troppo

Le notizie che lasciano interdetti: il Dipartimento di Polizia di Salem, New Hampshire, ha condiviso sulla sua pagina Facebook un video registrato al centro commerciale Rockingham Park, dove vediamo un padre rubare un Nintendo Switch e un Nintendo 3DS da una macchinetta a premi.

Theft from Mall at Rockingham Park

Attached is a video from the incident Saturday night at the Mall at Rockingham Park. The video has intentionally been blurred out to protect the identity of the involved children. Anyone who recognizes the suspect in this case is urged to call Detective Dempsey at 603-890-2343 or message us here on Facebook.Thank you!

Pubblicato da Salem NH Police Department su Lunedì 17 settembre 2018

Secondo i testimoni (anche se purtroppo dal video non è chiaro), l’uomo avrebbe fatto entrare sua figlia (che non sembra avere più di 3-4 anni) dentro la macchina per recuperare le console. Le testimonianze affermano che l’uomo sarebbe “un ispanico barbuto, tra i 20 e i 30 anni”, l’uomo non è stato ancora rintracciato.

Fonte: NintendoSoup


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.