Il Q&A fra gli azionisti di Nintendo e Kimishima

2 min.
02.05.2016
Notizie


In occasione della fine dell’anno fiscale, si è tenuto l’incontro con gli azionisti della grande N. A ciò è seguito il Q&A fra gli azionisti di Nintendo e Kimishima, di cui vi riporteremo i punti più salienti. Potete trovare la conferenza completa qui.

Il presidente di Nintendo ha assicurato che avendo abbassato a 800,000 unità le vendite previste di Wii U, l’azienda si potrà concentrare su 3DS, e che esso continuerà a vendere durante il novello anno fiscale grazie alla sua line up solida e al numero di titoli in arrivo.

Riguardo le prossime app per telefono, Kimishima ha spiegato di avere scelto le due serie in questione, Fire Emblem e Animal Crossing, per cercare di incrementare la tipologia di consumatori interessati a Nintendo, e ha poi motivato la decisione di usare proprio le due ip in questione:

“La serie di Animal Crossing è stata giocata da una vasta gamma di donne e bambini, penso ci sia una buona probabilità che i consumatori possano goderne su cellulare. Per quanto riguarda Fire Emblem, il fattore decisivo per vendere non sarà tanto la vastità del pubblico quanto la presenza dei fan accaniti che seguono la serie da tanto tempo”

Kimishima in seguito ha risposto a qualche domanda su NX riguardo la line up iniziale della console e se essa verrà venduta in perdita:

“Una delle ragioni per cui abbiamo scelto quella data di uscita per NX è per fare in modo che la schiera di titoli di lancio sia pronta per quando la console approderà sul mercato. Stiamo pianificando di fare in modo che il consumatore possa godere del nostro prodotto per lungo tempo.
Comunque, pensando al prezzo, non stiamo prevedendo di vendere NX in perdita. Quando Wii U è stato lanciato, lo Yen era molto forte. Ma non credo che la situazione si ripeterà. Vendere in perdita al lancio non supporterà gli affari, e lo stiamo tenendo ben in mente sviluppando NX.”

Ad un certo punto della conferenza, è stato fatto notare come un tempo per Nintendo fosse importante non mancare il periodo finale dell’anno con l’uscita di una console, ma che ora col lancio di NX a marzo ci sia stato un cambio d’approccio.
Kimishima ha risposto spiegando che un buon numero di titoli di qualità giocabili al lancio è importante e che la data d’uscita sarà decisa in base a questo fattore; tutto questo pur considerando che i consumatori tendono a spendere maggiormente durante le vacanze, cosa che potrebbe essere un buon punto di partenza per decidere un lancio. Ha quindi aggiunto al discorso qualche frase interessante che vi riportiamo:

“Comunque, i nostri sviluppi hardware e software non terminano in quell’anno. Vogliamo che i consumatori giochino con NX per tanti anni, quindi crediamo che all’inizio la cosa più importante sia che tutto sia pronto per il lancio.
In questo senso, il nostro approccio è che dovremmo aspettare fino a che non potremo fornire un’esperienza ben realizzata piuttosto che affrettare un lancio nel periodo di vacanza, e questo approccio non è cambiato”

Kimishima ha infine riposto molta fiducia in NX, ritenendo che la console potrà colmare il gap formato dal basso numero di Wii U vendute lungo il nuovo anno fiscale.