Ecco tutta la verità e nient’altro che la verità su Cooking Mama: Cookstar

2 min.
06.04.2020
Notizie


Stamattina abbiamo pubblicato una notizia sulla storia un po’ strana di Cooking Mama: Cookstar, il nuovo gioco della serie su Nintendo Switch. Ebbene ora arriva il seguito di questa notizia, che in qualche modo riesce a essere pure più assurda. Ringraziamo il membro del team di sviluppo che ha condiviso maggiori dettagli sulla situazione con Screenrant.

Innanzitutto la cosa delle criptovalute è completamente falsa, come si poteva intuire, ma ora ci confermano che probabilmente nessuno del team sa neanche la minima cosa a riguardo.

L’affermazione sulle criptovalute è una bufala. I capi di Planet Entertainment ne sanno davvero poco a riguardo. Usa solo dei paroloni per attirare potenziali investitori a cui piace quella roba. Per quanto riguarda i blocchi e il surriscaldamento, è dovuto al fatto che il gioco è stato creato con Unity. Per molti è il primo gioco, ma ha passato molti test da parte di Nintendo e Sony, e non c’è modo che roba di cripto-mining possa passare inosservata. Dubito che qualcuno a 1p sia in grado di fare qualcosa del genere.

Ha poi spiegato il perché sia stato rilasciato in gran segreto, per poi essere quasi subito cancellato dall’eShop. È infatti in atto una battaglia legale tra gli sviluppatori e chi possiede i diritti dell’IP, Office Create.

C’è una battaglia legale in corso tra il publisher, Planet Entertainment, e il possessore dell’IP, Office Create. Planet Entertainment ha rilasciato il gioco contro la volontà di Office Create di rifinire il prodotto o anche cancellarlo.

A un certo punto i clienti giapponesi sono venuti a osservare lo sviluppo. È iniziata la discussione ed è stato chiesto ai clienti di tornare a casa se non fossero stati “costruttivi”. Non appena hanno scoperto che il publisher ha rilasciato il gioco, hanno sfruttato i loro contatti con Nintendo per rimuoverlo dall’eShop e bloccare la produzione di cartucce.

Tutti a 1p amano la serie Cooking Mama e abbiamo fatto del nostro meglio considerando le interferenze dall’alto. Penso che il gioco sia ben lontano dalla perfezione, ma sarebbe andato molto meglio se il publisher non fosse intervenuto così spesso.

Pare, tra l’altro, che il team non fosse per niente informato su questi problemi ai livelli alti, anzi non sapevano neanche che il gioco fosse stato rilasciato.

A noi è stato detto che il gioco sarebbe uscito a marzo. Ecco tutto. Il boss di 1p, Tobi, tiene tutte queste cose per sé, dicendo di non volerci stressare con tutti questi dettagli. Anche la pubblicità è stata bloccata da Office Create. C’erano annunci su YouTube, siti e anche su Tik Tok, ma non sono mai stati rilasciati.

Da quel che so, Planet Entertainment ha citato in giudizio Office Create per aver rimosso il gioco sulla base di perdita finanziaria. È difficile dire se Cooking Mama: Cookstar sarà mai rilasciato correttamente.

Fonte: Screenrant