5 Gennaio 2019 • A ruota libera

La Top 2018 videoludica dello staff di Nintendoomed

Il 2018 si è finalmente concluso, portandosi con sé tutte le uscite videoludiche, tutti i memini simpatici, e gli eventi che si sono svolti. Il 2019 non sembra essere da meno, come già fatto anticipare da alcuni esponenti del settore, e chissà cosa ci riserverà (se mai si farà anche quest’anno) il famoso Direct di gennaio. Per il resto, cosa abbiamo fatto noi invece? Beh, a parte passare buona parte del nostro tempo dietro questo sito… abbiamo giocato ai videogiochi. Che essi siano titoli da recensire o acquistati da noi, abbiamo avuto un bel po’ di arretrati da smaltire. Ma soprattutto, come sapranno i nostri lettori più affezionati, non ci piace considerarci dei fanboy quanto dei fan. Infatti, in questa Top 2018 a cui hanno preso parte una parte del nostro staff (il resto è ancora K.O. dal cenone e dalla nostra ultima live), non troverete per forza dei giochi pubblicati su console Nintendo o nel 2018, ma molto semplicemente (in pieno stile Farenz), delle brevi considerazioni su quello che per noi è stato, senza alcun dubbio, il miglior gioco del nostro 2018 videoludico. Perciò, cominciamo!

Comemichiamo? – Spyro: Reignited Trilogy

Spyro: Reignited Trilogy

Il mio gioco migliore del 2018 è stato Smaaaa- troppo facile. Difficile dirlo, con tutti i giochi che ho comprato giocato e recensito quest’anno… ma per il mio preferito mi tocca fare il sentimentalone e andare con un titolo che PER ORA non è uscito su Switch (ma è solo questione di tempo vero?). Sto parlando ovviamente di Spyro: Reignited Trilogy. Non potete sapere quanto ero felice quando, dopo anni di “anni 80 qui, anni 80 là”, finalmente anche la mia infanzia poteva essermi venduta! Rilasciato a 20 anni di distanza dall’originale, la Reignited Trilogy è la riproposizione dei tre giochi di Spyro per PS1: Spyro the Dragon, Spyro 2: GATEWAY TO GLIMMER (non ascoltate quei porci americani con il loro titolo ignobile) e Spyro: Year of the Dragon. Che dire, è come lo era allora. Non sono di quelli che non giocava ai tre Spyro da quando era piccolo, anzi, li ho rigiocati tutti e tre per festeggiare l’annuncio del remake quest’estate. Eppure il terrore che mi aveva lasciato dentro il remake di Pokémon Rubino (scusa Nintendo, non ce l’ho con te, solo che… non sai fare i remake…), ovvero quello di non trovare niente di nuovo, si è sciolto come neve alle fiamme di un drago. Glitch a parte che si spera verranno sistemati, è il gioco perfetto per chi ricorda con affetto i tre Spyro per PS1 e per chi vorrebbe conoscere ‘sto draghetto viola di cui parlano tutti. (E sì, dico remake perché la parola remastered mi sta sulle palle di fuoco).

Enpitsu – Final Fantasy IX

Final Fantasy IX 9 White Mage Garnet

Dunque, il 2018 per me è stato, purtroppo, un anno abbastanza scarno dal punto di vista videoludico. Ho comprato ben poco, concentrandomi di più sull’emulazione, ritrovandomi dunque ad avere a che fare con molti più titoli retro che ultime uscite. Se dovessi però fare un nome ben preciso, alla domanda “qual è il miglior gioco che hai giocato nel 2018?” e volessi dare una risposta che non scadesse nel banale con Super Mario Odyssey o Super Smash Bros. Ultimate (il grande acquisto dell’anno è stato infatti uno Switch con Odyssey), allora direi, senza dubbio, Final Fantasy IX: un RPG semplicemente fantastico, che ho riscoperto con enorme piacere da fan della saga quale sono e che aveva la leggera macchia sul curriculum di essersi perso questa gemma, la quale finisce di diritto al secondo posto della mia classifica dei Final Fantasy, direttamente sotto il sesto capitolo! Personaggi e caratterizzazioni mozzafiato sono unite a uno stile grafico davvero accattivante, oltre che alla miriade di abilità di cui sono, per fortuna o sfortuna, drogato. Alla fine non mi è andata troppo male, pur avendo giocato poco…

Spiky – Octopath Traveler

guida

Dopo attenta riflessione e una fortissima contesa con Dragon Quest XI, il mio miglior gioco del 2018 è stato indubbiamente Octopath Traveler. Da fan dei giochi di ruolo, sono stato completamente incantato dal mondo di Orsterra in ogni sua parte, e neanche i due Bravely, sviluppati dallo stesso team, erano riusciti ad appassionarmi così tanto. Forse uno degli aspetti che ho gradito più di tutti è la libertà del gameplay, che mi ha permesso di gestire la mia partita come meglio preferivo, confrontandomi poi con altri e scoprendo che si erano approcciati al gioco in tutt’altro modo. Mi ha aiutato particolarmente anche aver giocato quasi totalmente “a scatola chiusa”, informandomi il meno possibile e scoprendo tutto giocando col tempo. Dovrei farlo più spesso!

Flippoh – Persona 5

Persona 5

Devo ammetterlo, per me scegliere un gioco preferito in assoluto è davvero un trauma. E anche scegliere il gioco che più ho apprezzato nel corso del 2018 non è stato da meno. Certo, il cuore avrebbe voluto dire Spyro: Reignited Trilogy oppure Sonic Mania Plus, ma non sarebbe stato propriamente corretto da un punto di vista oggettivo. Il primo non ho avuto modo di sviscerarlo completamente, il secondo… beh, potrebbe essere il mio gioco del 2017 insieme a Super Mario Odyssey, ma non è il caso di considerare una riedizione aggiornata. Anche Super Smash Bros. Ultimate è un buon candidato, ma diciamo che ce ne passa dall’essere il mio preferito in assoluto, per una serie di motivi che vanno dal single player ad altre modifiche rispetto al precedente capitolo. Ma se c’è un gioco che, davvero, mi ha tenuto incollato per un intero mese, quello è senza alcun dubbio Persona 5. La mia esperienza con il brand è sempre rimasta piuttosto marginale, avendo recuperato sì diversi capitoli (grazie agli sconti), ma con poco tempo da potere loro dedicare. Persona 4 Golden è stato il mio battesimo, e mi ha permesso di apprezzare un sacco la serie, ma è stato proprio quel quinto capitolo per PlayStation 4 ad avermi fatto completamente innamorare proponendomi un gioco stiloso, spettacolare, ma soprattutto divertente. Sono rimasto per ore incollato dietro la console, tanto che è diventato il mio titolo più giocato su PS4 (stando a My PlayStation Life), adorandone ogni singola parte, oltre ovviamente a Morgana. Ma lì sfondiamo una porta aperta.

Andre4102 – Xenoblade Chronicles 2: Torna – The Golden Country

Xenoblade Chronicles 2
E che panorama

Il 2018 non è stato un anno in cui ho giocato moltissime cose perché sono stato estremamente impegnato a studiare, ma quello che ho giocato mi è piaciuto sempre tantissimo e per me è difficile scegliere un gioco. Dovendolo però fare, e visto che già Spiky ha parlato di Octopath Traveler, io menzionerò Xenoblade Chronicles 2: Torna – The Golden Country. Come sapete io ADORO Xenoblade Chronicles come serie e il DLC ma neanche troppo di Xenoblade 2 non è da meno: grandi spazi aperti con viste mozzafiato, stupenda colonna sonora e una trama ricca di emozioni. Tutto unito a quel gameplay super dinamico, sempre nuovo ma che mantiene sempre le basi della saga. Insomma non fatevi scappare questa triste ma stupenda tragedia.

E il vostro gioco del 2018 invece qual è?

E con questo si conclude la nostra piccola classifica riguardo i nostri giochi dell’anno. Come avrete ben dedotto, siamo incoerenti con gli argomenti del sito (e va bene così), ma allo stesso modo di ampie vedute per quanto riguarda le tipologie di giochi presenti. E per voi lettori, invece? Qual è stato il miglior gioco che avete avuto modo di giocare nel 2018? Come al solito, scrivetecelo nei commenti o in fondo a dove condivideremo l’articolo. Siamo curiosi di leggere le vostre risposte!

Nintendoomed partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Prova gratuitamente Amazon Prime per ricevere i tuoi acquisti in un giorno.

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).