Tokyo Mirage Sessions ♯FE Encore (Nintendo Switch) – ANTEPRIMA

4 min.
11.01.2020
Anteprime


Annunciato nel Nintendo Direct dello scorso settembre, il 17 gennaio Tokyo Mirage Sessions ♯FE Encore, JRPG che unisce i mondi di Shin Megami Tensei e di Fire Emblem, arriverà su Nintendo Switch, dopo essere inizialmente uscito su Wii U e avendo, giustamente, avuto poche attenzioni a causa della piattaforma di poco successo. Oggi con questa anteprima vi proporrò uno sguardo d’insieme su questo gioco che ho già avuto modo di apprezzare ai tempi in originale, e che ha finito per diventare uno dei miei titoli preferiti su Wii U (non che ci volesse molto).

Un titolo che dice tutto

Tokyo Mirage Sessions ♯FE è stato inizialmente presentato come un crossover tra le serie sopracitate di Atlus e Intelligent Systems, ma ben presto questa definizione è stata accantonata poiché presentava sì elementi delle due saghe, ma alterati in qualche modo per definire un gioco diverso e nuovo, proprio come sono trasformate le iniziali stesse per rendere il titolo.

Siamo nella Tokyo odierna e impersoniamo Itsuki Aoi, un liceale come gli altri senza particolari aspirazioni e che si limita a supportare i suoi amici Tsubasa Oribe e Touma Akagi. La sua vita cambia radicalmente quando viene a sapere dell’esistenza dei Mirage, creature provenienti da un altro mondo che cercano di invadere il nostro per appropriarsi del Performa, l’energia generata dagli umani per esprimere sé stessi. Itsuki fa conoscenza del Mirage Chrom, con il quale riesce a formare un patto diventandone il Master ed entrando a far parte della Fortuna Entertainment, un’organizzazione che sponsorizza giovani talenti nel mondo dell’intrattenimento e, in segreto, cerca di fronteggiare la minaccia grazie ai poteri dei Mirage Master come Itsuki e i suoi amici. La musica nello specifico, come si vede da subito, sarà quindi uno dei punti principali su cui si concentra il gioco sotto ogni aspetto.

Tokyo Mirage Sessions ♯FE Encore 1
I personaggi di Fire Emblem assumono un look molto diverso sotto forma di Mirage!

Idol di giorno, Mirage Master di notte

Durante l’esplorazione dei dungeon, detti Idolasphere,  ci imbatteremo inevitabilmente in Mirage ostili contro cui combattere. Il sistema di combattimento si svolge a turni e ci permette di controllare una squadra composta da tre membri, di cui uno è obbligatoriamente Itsuki mentre gli altri due possono essere scambiati liberamente con quelli nelle retrovie, senza perdere la loro azione per quel turno. Ognuno dei sette personaggi giocabili ha una propria classe ispirata a quelle di Fire Emblem, e ne consegue che tutti sono specializzati nel fare cose diverse: per esempio Tsubasa, in quanto cavaliere pegaso, eccelle in velocità e resistenza magica, ma la sua forza e la sua difesa lasciano un po’ a desiderare. A questo si aggiunge una delle meccaniche su cui verte Shin Megami Tensei, ovvero il cercare di colpire i nemici sfruttando le loro debolezze: oltre ai meglio conosciuti fuoco, vento, tuono, ghiaccio, luce e buio abbiamo anche spada, ascia, lancia e arco che sfruttano il triangolo delle armi. La strategia sarà quindi quella di scambiare periodicamente i personaggi del party per fare sempre in modo di avere qualcuno che copra degli elementi efficaci sul nemico… anche se non è finita qui.

Tokyo Mirage Sessions ♯FE Encore 2
Non serve andare a leggere le debolezze per capire che molto probabilmente questo fantino armato di lancia è debole alle asce!

Via alla Session!

Colpire la debolezza di un nemico può potenzialmente far partire una Session, ovvero uno o più attacchi da parte degli altri membri del party concatenati al nostro. Se verso l’inizio del gioco ci si limita spesso a uno o due, man mano che i nostri personaggi crescono sia in potenza che in numero non sarà inusuale vedere Session che raggiungono anche una decina di attacchi, e che chiaramente aiutano moltissimo a sconfiggere anche i nemici più pericolosi. Non a caso il nome di questa meccanica è nel titolo stesso del gioco, visto che è praticamente vitale sfruttarla per avere la meglio sui nostri avversari. A un certo punto i nostri personaggi apprenderanno delle abilità dette Duo Arts, che possono attivarsi durante una Session e, in seguito a un potente attacco in coppia, la fanno ricominciare da capo dando ancora più colpi agli avversari. Menomale che si possono velocizzare! A questo proposito, vi è una delle principali novità della versione Encore: oltre ai sette personaggi normalmente giocabili, potranno partecipare alle Session altri tre personaggi sì principali, ma che non fanno a tutti gli effetti parte della nostra squadra, ossia la leader di Fortuna Entertainment Maiko, il trainer di Itsuki e co. Barry e Tiki, che non ha bisogno di presentazioni. Attualmente sono arrivato all’inizio del Capitolo 3 e non sono ancora riuscito a ottenerli, ma tanto anche se l’avessi fatto non mi sarebbe permesso dire come, quindi dovrete scoprirlo da voi!

Tokyo Mirage Sessions ♯FE Encore 3
Nella versione Encore anche Maiko, Tiki e Barry potranno partecipare alle Session. A quale Mirage saranno legati?

Nuovo potere

Al contrario degli altri titoli di Shin Megami Tensei, in Tokyo Mirage Sessions ♯FE Encore non è possibile ottenere nuovi demoni, anche solo perché i Mirage legati ai protagonisti partecipano nella trama come personaggi a sé stanti, quindi per avere altre abilità da usare in combattimento entra in gioco il sistema della Unity. Ogni arma è dotata di una serie di abilità che, aumentandone l’esperienza, vengono apprese permanentemente dal personaggio che la brandisce. È possibile realizzare nuove armi con l’aiuto di Tiki alla nostra base, in modo tale che ogni volta che finiamo di imparare tutte le abilità di una, possiamo passare a quella successiva, magari anche con una potenza base più alta o altri effetti secondari. Non è inusuale lasciare il dungeon che stiamo esplorando per tornare alla base e curarci o utilizzare dei drop appena ottenuti per creare nuove armi. Anzi, è molto difficile arrivare fino alla fine del labirinto in un’unica tirata!

Tokyo Mirage Sessions ♯FE Encore 4
La dicitura “MASTERED” accanto a un’arma indica che sono state apprese tutte le abilità legate a essa. È il momento di passare alla successiva!

[amazon_link asins=’B081HNWZ2C’ template=’MiniProductAd’ store=’nintendoomed-21′ marketplace=’IT’ link_id=’9c5441aa-5194-428e-bb28-06c9cfbda0d9′]Tra i contenuti originariamente presenti come DLC e quelli aggiunti adesso, Tokyo Mirage Sessions ♯FE Encore sembra più ricco che mai. Adesso che ho potuto spiegarvi nell’insieme il gameplay in questa anteprima, con la recensione che uscirà presto potrò dare le mie impressioni sul gioco nella sua interezza, specialmente considerando le novità di Encore. Vi lascio momentaneamente con una piccola clip di She is…, una nuova canzone di questa versione, i cui costumi di Tsubasa e Kiria saranno indossabili anche in battaglia.

Nintendoomed partecipa al Programma Affiliazione Amazon EU, un programma di affiliazione che consente ai siti di percepire una commissione pubblicitaria pubblicizzando e fornendo link al sito Amazon.it. Prova gratuitamente Amazon Prime per ricevere i tuoi acquisti in un giorno.