Terminata la campagna della Gaming Industry a favore della Croce Rossa italiana

2 min.
17.04.2020
Notizie


La campagna organizzata da Koch Media e altre aziende videoludiche è terminata lo scorso 13 aprile, dopo aver raccolto oltre 30.000 euro. Vi lascio il comunicato stampa con tutte le dichiarazioni sulla campagna, tra cui un link qualora vogliate donare ancora alla Croce Rossa italiana.

TERMINATA LA CAMPAGNA DELLA GAMING INDUSTRY IN FAVORE DELLA CROCE ROSSA ITALIANA, RACCOLTI PIU’ DI 30.000€

16 Aprile 2020 (Milano, Italia) – Bethesda Softworks®, CD PROJEKT RED, Koch Media, Logitech, Milestone, MSI, One O One Games, Razer e altre community di videogiocatori italiani hanno raccolto più di 30.000€ in favore della Croce Rossa Italiana.

Annunciata il 24 Marzo ed estesa poi fino al 13 Aprile, la campagna realizzata da vari publisher e aziende che operano nel settore della gaming industry e poi supportata da numerosi media locali e community di giocatori ha raggiunto la cifra di 33.649,61€.

A questo link è possibile vedere le singole donazioni che sono state effettuate da ogni community che ha supportato l’iniziativa a sua volta. Nel ringraziare tutti coloro che hanno donato vi ricordiamo che potete continuare a supportare la Croce Rossa Italiana anche direttamente tramite il loro sito ufficiale.

La Croce Rossa Italiana  è attiva in prima linea fin dall’inizio dell’allerta Covid-19 con molteplici ruoli, tra cui soccorso in emergenza, supporto sanitario, psicologico, logistico, informativo, di controllo, screening e sta svolgendo molte altre attività cruciali nella battaglia contro questa epidemia che sta mettendo in ginocchio il paese. In collaborazione con il Ministero della Salute, Croce Rossa Italiana sta gestendo in sicurezza il trasporto dei pazienti verso e tra le strutture sanitarie di competenza, attraverso l’uso dei mezzi speciali di alto biocontenimento predisposti in caso di emergenze sanitarie come questa. Oltre all’attività di emergenza, però Croce Rossa continua a stare accanto alle persone più vulnerabili che sono in casa.  Inaugurando il Tempo della Gentilezza, la CRI ha intensificato tutti i servizi per i più fragili come la spesa a domicilio, il trasporto infermi, la consegna dei farmaci e dei beni di prima necessità.