6 dicembre 2018 • Notizia

Tales of Vesperia: Definitive Edition, nuove informazioni su risoluzione e framerate

Bandai Namco ha da poco pubblicato una tabella comparativa riguardante la risoluzione e il framerate ottenuto da ciascuna versione di Tales of Vesperia: Definitive Edition. Analizziamo nel dettaglio cosa comporta ciò per la versione Nintendo Switch del gioco.

L’originale per Xbox 360 (qui omessa) e PlayStation 3 ai tempi della loro uscita era in grado di raggiungere una risoluzione nativa di 720p e un framerate rispettivamente di 60fps nelle battaglie e 30fps nel resto del gioco. Ciò è migliorato nella versione per PlayStation 4, che adesso supporta la risoluzione Full HD (1080p) e un framerate costante pari a 60. Ancora meglio la versione per PC, che è in grado di raggiungere i 4K nativi con un framerate variabile (quindi anche superiore possibilmente ai 60). Troviamo infine a parimerito le versioni Xbox One e Nintendo Switch, le quali rimangono invariate in termini di prestazioni con le versioni originali, raggiungendo però i 1080p. Nessuna menzione è stata fatta per le console midgen PlayStation 4 Pro e Xbox One X.

Seppur in termini di console la versione Sony rimanga quindi la versione migliore su cui puntare, anche le altre si difendono piuttosto bene. Lo acquisterete lo stesso su Nintendo Switch, magari nella sua edizione limitata? O vi sareste aspettati di più da parte di Bandai Namco?

Fonte: Gematsu


Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).