23 Luglio 2018 • Notizia

Take-Two: I nostri giochi su Nintendo Switch sono stati un successo

Un portavoce dell’azienda statunitense Take-Two Interactive, Straus Zelnick, è stato intervistato da GamesIndustry.biz all’ultimo E3, e ha detto che i giochi della compagnia pubblicati su Switch sono stati un successo.

Forse il nome Take-Two non vi dice nulla, ma l’azienda è la proprietaria di due importanti case di produzione: Rockstar Games, arcinota per Grand Theft Auto, ma che su Switch ha portato L.A. Noire; e 2K Games, che dei suoi numerosi titoli sportivi ha rilasciato su Switch WWE 2K18 NBA 2K18, mentre NBA 2K19 uscirà l’11 settembre. Niente WWE 2K19, eh? Zelnick ha anche promesso che in futuro la compagnia porterà altri giochi su Nintendo Switch.

Inoltre, Take-Two ha parlato anche di un prodotto per le famiglie: Carnival Games, prodotto dalla loro sussidiaria Cat Daddy Games e uscito nel 2007 su Wii e DS (in Italia con il titolo Carnival, Arriva il Luna Park!), ritornerà su Nintendo Switch il 6 novembre, con alcuni minigiochi inediti che faranno uso dei Joy-Con in maniera simile a 1-2 Switch. Con questo, e altri titoli, Nintendo spera di creare una fanbase di famiglie simile a quella che ha reso il Wii un enorme successo.

Fonte: GamesIndustry.biz


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.