21 settembre 2018 • Notizia

Takahashi rivela nuove informazioni su Xenoblade Chronicles 2

Nintendo Life ha recentemente avuto la possibilità di intervistare Testuya Takahashi, Koh Kojima e Genki Yokota (rispettivamente produttore esecutivo, produttore e direttore da parte di Nintendo) riguardo lo sviluppo di Xenoblade Chronicles 2 e il suo DLC Torna – The Golden Country e il finale del titolo principale. Di seguito trovate l’intervista completa.

Nintendo Life: Torna – The Golden Country è una storia a parte ambientata durante la Guerra dell’Aegis, 500 anni prima gli eventi del gioco principale. Può dirci quanto è importante quel periodo per Alrest?

Takahashi: Per quanto riguarda Torna – The Golden Country, posso dirti che inizialmente abbiamo pensato di inserirlo tra il settimo e l’ottavo capitolo. Più andavamo avanti con lo sviluppo però, più capivamo che la storia che volevamo raccontare era parecchio ampia e sarebbe stato troppo difficile farla stare in mezzo a quella principale, così siamo andati da Nintendo e abbiamo detto loro cosa pensavamo dovessimo fare. Dopo aver discusso con loro, abbiamo deciso che avremmo dovuto farlo. Probabilmente conoscete Jin dal gioco principale e volevamo raccontare una storia molto importante riguardo quel personaggio, e lo abbiamo fatto nel DLC.

Nintendo Life: Chi sta iniziando ora il gioco principale in che ordine dovrebbe giocare le due storie?

Takahashi: A mio parere, se non conosci nessuna delle due storie dovresti iniziare con Xenoblade Chronicles 2 e finire il capitolo 7, giocare Torna – The Golden Country e poi continuare dal capitolo 8. Questa è l’idea originale che ho menzionato nella risposta precedente. Ad ogni modo abbiamo fatto in modo che una persona potesse giocare entrambi i titoli indipendentemente dalla loro familiarità con la serie, però devo dire che Torna – The Golden Country ha alcuni cambiamenti rispetto al gioco principale che permettono ai nuovi arrivati di approcciarsi più facilmente.

Nintendo Life: Torna ha un sistema di combattimento piuttosto diverso da quello del gioco originale. Teme che i giocatori possano trovare fastidioso questo cambio nel sistema di combattimento e nelle meccaniche?

Takahashi: Le maggiori differenze che noterete tra i due sistemi di combattimento stanno nei controlli e, come avrete visto, come funzionano le battaglie, ma i due sistemi sono fatti in modo che non stridano in qualunque ordine si giochino i titoli. Nel progettare le differenze tra i due sistemi abbiamo pensato al fatto che passano molti anni tra Torna e il gioco principale. In Torna la relazione tra Gladius e umani non è ancora arrivata alla coordinazione e alla simbiosi che si vede in Xenoblade Chronicles 2. Per questo si cambia in continuazione controllando diversi membri del team in Torna, mentre nel gioco base le cose sono progredite a tal punto che Gladius e umani combattono in modo più affiatato e questo si riflette nel gameplay.

Nintendo Life: I cambiamenti avvenuti in Torna sono il risultato del feedback dei giocatori?

Takahashi: Per prima cosa, col sistema di battaglia e altre cose che sono cambiate dal gioco base, mentre stavamo raggiungendo la seconda metà dello sviluppo di quest’ultimo, ho cominciato a pensare di voler davvero creare contenuti che avrebbero facilitato l’approccio al gioco per i giocatori e ho cercato di farlo in ogni modo. Inoltre, ho pensato che se avessimo messo tante risorse nel creare un DLC separato, potevamo anche aggiungere quanti più nuovi elementi possibile, che si sono manifestati in nuovi personaggi e storia.

Nintendo Life: C’è qualcosa che viene portato da Torna a Xenoblade 2 o vicerversa?

Takahashi: Non abbiamo nessun salvataggio o elemento di gameplay che viene trasportato direttamente dal gioco base a Torna, però abbiamo qualche contenuto pronto come sorpresa per chi completa entrambi i giochi.

Nintendo Life: Ci sono piani per continuare il supporto a Xenoblade 2 dopo il lancio di Torna?

Takahashi: No. Per ora Torna – The Golden Country sarà l’ultimo contenuto scaricabile per Xenoblade Chronicles 2.

Nintendo Life: Questo vale per i contenuti della storia o in generale?

Takahashi: In generale non ci saranno contenuti aggiuntivi per Xenoblade Chronicles 2 al momento.

Nintendo Life: In occidente i nomi di molti Gladius e personaggi sono stati cambiati, ci saprebbe dire l’origine dei nomi occidentali, come Dromarch?

Yokota: La localizzazione di Xenoblade Chronicles 2 è stata gestita da Nintendo of Europe. Dopo aver stabilito una politica per la traduzione che avrebbero dovuto seguire con Monolith, hanno lasciato le scelte minori a loro.

Nintendo Life: In precedenti interviste il team ha detto che non pensava che il termine JRPG fosse adatto a Xenoblade Chronicles X, perché loro volevano fare un gioco per tutti, non solo per l’utenza giapponese. Xenoblade X aveva infatti uno stile più realistico. Cosa vi ha portato a cambiare lo stile in uno più cartoonesco?

Takahashi: Vorrei ripetere che il mio pensiero verso il termine JRPG è ancora lo stesso. Quando paragono l’estetica di Xenoblade Chronicles 2 e Xenoblade X, noi facciamo questi giochi per un pubblico intercontinentale e noi di Monolith pensiamo che, quando rilasciamo questi giochi in tutto il mondo, adottiamo lo stile a cui pensiamo di poter fare più giustizia, anziché rivolgerci a qualcosa di esageratamente realistico. Ecco il perché.

Nintendo Life: Molti fan discutono del fatto che molti Gladius sono donne attraenti. Può dirci qualcosa riguardo il processo di design dei Gladius?

Takahashi: Abbiamo lavorato con un vasto numero di disegnatori per Xenoblade Chronicles 2 e quando abbiamo fatto le nostre richieste per i personaggi non abbiamo specificato che volessimo maschi, femmine o animali. Invece abbiamo detto loro alcune caratteristiche di quei personaggi e come avremmo voluto che combattessero. Da quel punto abbiamo lasciato completa libertà agli artistici e ci siamo ritrovati con molti personaggi femminili. Questa è la risposta migliore che posso dare.

Seguono pesanti spoiler per quanto riguarda il gioco, proseguite a vostro rischio e pericolo.

Monolith Soft Xenoblade Chronicles 2 la settimana di Nintendo
Pyra vi protegge dagli spoiler

Giocatore “competitivo” di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.

Autore: Andrea "Andre4102" Diecidue

Giocatore "competitivo" di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.