11 Febbraio 2019 • Notizia

La polizia di Taiwan sequestra 6850 carte amiibo false da un solo uomo

Il contrabbando continua. Un uomo residente a Taipei, la capitale di Taiwan, è stato arrestato dalla polizia locale per aver venduto delle carte amiibo fasulle.

Gli sono state sequestrate più di 6000 carte, che secondo i rapporti l’uomo acquistava dal sito cinese Taobao e rivendeva al modico prezzo di 16 dollari taiwanesi, equivalenti a circa 46 centesimi di euro.

Le carte non presentano difetti di produzione ovvi alla vista, e hanno perfino completa funzionalità NFC, tranne il fatto che… be’, non sono prodotte da Nintendo. Di certo non è clamoroso come il caso dei Nintendo Labo fasulli, ma è comunque da stare attenti.

Fonte: Nintendo Life


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.