11 Ottobre 2019 • Notizia

Lo sviluppatore di Untitled Goose Game non vede l’ora di guardare i meme sul gioco

Untitled Goose Game (qui la nostra recensione) era già un fenomeno di massa dall’annuncio solo per il titolo. Voglio dire, l’avete letto seriamente? Il meme si fa da solo. E Nico Disseldorp, sviluppatore del gioco, accoglie a braccia aperte questa filosofia.

In un’intervista con Vox, Disseldorp dichiara che la parte di cui si sente più eccitato riguardo al titolo è proprio vedere i meme che nasceranno:

Penso che la cosa che mi affascina di più sono i vari tipi di meme famosi che sono nati da ciò [il gioco]. Amo che ci siano stati rifacimenti di altri meme con i personaggi di Untitled Goose Game. Il classicone è “Show me what you’ve got” ed è un coltello. Vi ricordate Vine? Comunque, [la parodia del meme è] l’oca ha il coltello.

La cultura di massa è una parte estremamente importante per molti meme. Per questo un film famoso è un’ottima scelta per un meme, perché tutti conoscono il contesto della scena. Ma con molti meme sui videogiochi penso che ci voglia un po’ di comprensione del videogioco per capirli… Perciò se il tuo meme richiede una previa conoscenza del videogioco, penso che potrebbe essere un’audience molto più limitata. Invece, penso che se vedessi un’oca starnazzare a un ragazzetto, anche senza aver mai visto o giocato Untitled Goose Game potrei capire almeno di che cosa si tratta.

Dopotutto, si sa, le oche sono il linguaggio universale della globalizzazione. Ma bando alle ciance, fate tanti meme e giocate ad Untitled Goose Mem- Game per rendere felice il nostro Nico!

Fonte: GoNintendo


24 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Dovrebbe essere un giocatore competitivo di Smash ma ormai si è ritirato sulle montagne e partecipa a un torneo una volta ogni tre anni. Amante di giochi Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.

Autore: Lorenzo "Dr Love" Aina

24 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Dovrebbe essere un giocatore competitivo di Smash ma ormai si è ritirato sulle montagne e partecipa a un torneo una volta ogni tre anni. Amante di giochi Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.