8 ottobre 2018 • Notizia

Super Mario Party: un utente ha compilato una tabella dei dadi esclusivi

Rilasciato questo venerdì per Nintendo Switch, Super Mario Party ha già fatto breccia nel cuore di molti videogiocatori, nonostante alcune mancanze. Come tutti sanno, il gioco ha una natura estremamente caotica e spesso e volentieri è semplicemente la fortuna a decidere il vincitore.

Ciò però non ha fermato qualche bontempone, un certo Trilerium, nello stilare una tabella delle probabilità per i dadi esclusivi di ogni personaggio. Questa è stata caricata su Google Docs e comprende vari parametri quali:

  • la media dei numeri del dado
  • la varianza (ovvero quanto “diversi” possono essere i risultati) del dado
  • la deviazione standard (valore derivato dalla varianza)
  • la media di monete che si possono ricavare dal dado

Ecco a voi l’immagine della tabella, l’ultima riga rappresenta il dado standard che tutti i personaggi possono usare:

Fonte: Nintendo Life, tabella creata da Trilerium

Un lavoro certosino da cui si possono trarre varie conclusioni. Nonostante l’enorme varianza, se vi interessa attraversare grandi distanze, vi conviene usare Bowser, Boo o Wario. Se siete più interessati a raccogliere monete velocemente, sarebbe meglio tentare con Donkey Kong, Rosalinda o Goomba. Se invece siete persone che adorano la consistenza, i personaggi più bilanciati parrebbero essere Daisy, Tipo Timido o Mario.

Seguirete questi consigli per essere i più competitivi possibili o continuerete a usare il vostro personaggio preferito? Sta a voi deciderlo!

Fonte: Nintendo Life


23 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Giocatore competitivo di Smash che ormai attende Ultimate più di ogni cosa al mondo. Amante di Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.

Autore: Lorenzo "Dr Love" Aina

23 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Giocatore competitivo di Smash che ormai attende Ultimate più di ogni cosa al mondo. Amante di Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.