12 Febbraio 2019 • Notizia

Square Enix registra dei marchi che rimandano a Seiken Densetsu

Buone notizie per i fan dei JRPG classici che più classici non si può. Square Enix ha registrato negli Stati Uniti i marchi Final Fantasy Adventures e Secret of Mana, poco dopo aver registrato gli stessi in Europa, insieme a Mystic Quest (il titolo europeo di FF Adventures).

Se non sapete di cosa parlo, Mystic Quest (Game Boy, 1991) e Secret of Mana (SNES, 1994) sono in realtà i primi due capitoli della serie che in giapponese è chiamata Seiken Densetsu, la quale conta anche un terzo capitolo (Super Famicom, 1995) che non ha mai lasciato il Giappone.

E in effetti, una Seiken Densetsu Collection per Nintendo Switch era uscita nel 2017 in Giappone, contenente i tre giochi. Questo vuol dire che la collection arriverà anche in America ed Europa? Chiaramente, Seiken Densetsu 3 sarebbe il più allettante dei tre titoli, visto che Secret of Mana è disponibile all’interno dello SNES Mini e Mystic Quest ha ricevuto non uno ma due remake (Sword of Mana per GBA e Adventures of Mana per PSVita e smartphone).

Di certo non siamo pessimisti come quelli di Nintendo Enthusiast, che notano che non sarebbe completamente assurdo, conoscendo Square e Nintendo, pensare che da noi potrebbe arrivare una versione mutilata contenente solo i primi due capitoli. Ma non lo farebbero mai. Vero? VERO??


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.