Splatoon è uno dei cavalli di razza di Nintendo

1 min.
29.04.2016
Notizie


Splatoon piace, Splatoon diverte, Splatoon vende.

Se abbiamo di recente conosciuto la seconda data da scrivere sulla lapide di Wii U, sappiamo però che negli ultimi tempi la console è riuscita a godersi un certo successo grazie alla nuova IP lanciata da Nintendo lo scorso maggio. Seppie, vernice e quiz serviti su un piatto d’argento ai veri memers© hanno permesso a Splatoon di diffondersi dal nucleo hardcore dei primi tempi fino a una fascia di consumatori più giovane e composta da una buona percentuale di donne, sottolineando potenzialità di Nintendo che si erano viste al loro meglio con la generazione DS/Wii.

Per la precisione si parla di 4.27 milioni di copie vendute, che su una console con una base di quasi 13 milioni di utenti è veramente tanto: in pratica un possessore su tre di Wii u ha Splatoon nella propria videoteca. Proporzioni che si vedono coi Pokémon su console portatile, per farvi capire di cosa stiamo parlando.

Gli Splatfest hanno sicuramente aiutato a far sapere dell’esistenza del gioco anche a chi non possiede un Wii U, con dibattiti come quello di Spongebob Vs Patrick diventati prevedibilmente virali. Quello tenuto dal 23 al 24 aprile in Giappone, il tredicesimo, ha avuto però una particolarità: con la bellezza di 790.000 partecipanti è riuscito a coinvolgere più di metà dell’utenza giapponese del gioco, che nel Sol Levante ha venduto 1.49 milioni di copie. Per un titolo uscito un anno fa è decisamente un ottimo risultato, il quale diventa eccellente se si pensa che ancora oggi risulta in cima ai più venduti su Wii U.

Splatoon in poche parole va forte, e Nintendo non vuole lasciarsi sfuggire l’occasione. Prodotti, eventi, peluche e chissà cos’altro. Senza contare naturalmente tutte le collaborazioni con terze parti.
Splatoon sta diventando grande. L’ora di prendergli il vestito buono si avvicina.