14 settembre 2018 • Notizia

Splatoon 2: è in arrivo la versione 4 del gioco!

Grandi novità in quel di Coloropoli. A discapito di quanto originariamente detto da Nintendo, Splatoon 2 continuerà a venire supportato anche nel corso del 2018. Sono in arrivo infatti tutta una serie di aggiornamenti gratuiti che porteranno il gioco alla versione 4, come possiamo vedere da questo trailer rigorosamente anime.

Dal video possiamo infatti notare la presenza di nuove armi facenti parte della “Kensa Collection”, un nuovo marchio che si aggiungerà a partire da oggi nel gioco. Una seconda serie di armi arriverà ad ottobre.

Altra novità è data dal sistema delle Splatfest, nelle quali le modalità “Solo” e “Team” verranno rimpiazzate da “Normal” e “Pro”. Nella prima modalità saremo in grado di formare un team insieme ad alcuni dei nostri amici, mentre nella seconda affronteremo gli altri giocatori in dei match in solitaria, in modo da raggiungere i livelli più alti della Splatfest Top 100.

Al momento in cui vi scriviamo Nintendo Italia non ha ancora condiviso alcun comunicato stampa al riguardo, per questo motivo vi chiediamo di attendere pazientemente un altro po’ per avere nuove informazioni al riguardo.


Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).