9 Settembre 2016 • Notizia

Shigeru Miyamoto è ancora scettico per quanto riguarda la realtà virtuale

Nel corso di un’intervista con USA Today, Shigeru Miyamoto è rimasto abbastanza scettico affrontando il discorso della realtà virtuale, da lui considerata lontana dalla filosofia della casa di Kyoto.

Sono d’accordo nel dire che adattare Mario alle nuove piattaforme sia la chiave per continuare a renderlo rilevante. Vogliamo però che le famiglie giochino insieme e la realtà virtuale, che richiede l’isolamento dei giocatori dal mondo reale, non si adatta molto bene alla nostra filosofia. Vogliamo anche che le persone giochino per molto tempo, e questo è difficile da attuare con la realtà virtuale.

Ciò ovviamente non esclude che le cose possano cambiare in futuro. Al momento i visori per la realtà virtuale offrono dei prezzi fin troppo elevati per il pubblico, e sarà necessario che passi molto tempo prima che si diffondano nelle case della gente.

Fonte: USA Today

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).