26 Agosto 2019 • Notizia

Da settembre l’eShop Wii U e 3DS non accetterà più carte di credito

Avete presente quando comprate un software sull’eShop di Nintendo 3DS e Wii U  e vi viene data la possibilità di aggiungere fondi direttamente tramite carta di credito? Ebbene, i siti Nintendo in tutto il mondo ci fanno sapere che da settembre 2019 non sarà più possibile aggiungere fondi direttamente dalla carta di credito all’eShop di 3DS e Wii U.

Tra poco, sarà necessario visitare un URL specifico (che possiamo trovare nelle pagine informative di 3DS e Wii U, ma ve lo riportiamo anche qui sotto) per aggiungere i fondi al NNID, e da lì si potranno usare negli eShop di queste console del passato recente.

Segui questa procedura:

  1. Verifica che il Nintendo Network ID (NNID) sulla tua console sia collegato a un account Nintendo.
  2. Visita https://ec.nintendo.com/my/balance_add, seleziona il metodo di pagamento che vuoi usare e segui le istruzioni a schermo per completare la procedura.
  3. Dopo aver aggiunto i fondi in questo modo al tuo NNID, potrai vederli sia sul sito web di Nintendo che direttamente nel Nintendo eShop sulla tua console.

Questo risolve in parte il problema dell’eShop 3DS che non concepisce PayPal, ma siamo comunque limitati ad aggiungere ai fondi delle cifre fissate.

Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.