8 Dicembre 2018 • Notizia

Sakurai: Kid Icarus: Uprising su Nintendo Switch non sarebbe fattibile

Uhm… Sakurai… chi sarebbe? Ah già, Masahiro Sakurai… non è uscito da poco un giochetto da quattro soldi fatto da lui? Mi sembra di sì…

Comunque, se avete giocato a Super Smash Bros. for Wii U / Nintendo 3DS vi sarete accorti che Sakurai ha sviluppato anche Kid Icarus: Uprising, il gran ritorno della serie dell’angioletto Pit. (Inserire effetto sonoro “HAYAYAYAAA!” di Pit in Brawl).

Uprising, seppur amato da molti, ha ricevuto anche parecchie critiche riguardanti il sistema di controllo, che mal si adatta al singolo circle pad di Nintendo 3DS. Molti per questo hanno sperato in un port per Nintendo Switch… ma Sakurai non sembra della stessa opinione.

Ecco cosa ha detto il papà di Kirby intervistato nell’ultimo numero di EDGE Magazine riguardo a Kid Icarus: Uprising.

Possiamo dire che quello per poco non è stato il progetto più difficile della mia carriera, sia guardando il team di sviluppo che l’hardware. Il team che avevo creato era molto variegato per cultura e modi di pensare, quindi ci si confrontava sempre. Inoltre, quando sviluppavamo il gioco, non abbiamo potuto sfruttare appieno la potenza del Nintendo 3DS. Alcuni miglioramenti, per esempio al middleware, sono stati fatti in corso d’opera, ma visto che eravamo nelle fasi iniziali dello sviluppo del 3DS, è stato molto difficile fare quello che volevamo. Per esempio, ho scoperto dell’esistenza del Pad scorrevole Pro solo quando Nintendo l’ha annunciato al pubblico. Volevo far sì che il gioco lo supportasse correttamente, ma per motivi di performance è stato impossibile. Come gioco, è ricco di contenuti e divertente, e molta gente vorrebbe un port moderno. Però, non credo che sarà possibile.

Taciturno come tutti i giapponesi, Sakurai. Perché un port su Switch non sarebbe fattibile? Parla, bellissimo uomo!

Fonte: Nintendo Everything


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.