18 Aprile 2016 • Recensione

RV-7 My Drone (Nintendo 3DS)

Avete presente quando avete voglia di buttare i vostri soldi su qualche indie a caso nell’eShop e scorrete i giochi con lo stesso vigore e la stessa voglia di vivere di chi fa zapping in cerca dell’ennesima trashata in tv? E poi vi capita di mettere sotto gli occhi un titolo che di per sé non vi dice niente di interessante, ma siete leggermente incuriositi perché costa poco. E lì guardate meglio le immagini e pensate “Che roba è un drone e perché ne vorrei un simulatore?” Beh, amici miei, lo scoprirete presto.

Dunque cos’è esattamente RV-7 My Drone? Un gioco di EnjoyUp Games, unico nel suo genere. Almeno all’interno del Nintendo eShop (e menomale). Questo titolo vi permetterà di comandare un drone ad altissima tecnologia appena approvato dal governo, ed eseguire una serie di missioni grazie ad esso, all’interno di livelli generati semi-casualmente.

Come potete vedere, gli obiettivi da eseguire sono visualizzati sul touch screen. In questo caso, bisogna recuperare due unità di provviste segnate sulla mappa e portarle nel punto prestabilito.
Come potete vedere, gli obiettivi da eseguire sono visualizzati sul touch screen. In questo caso, bisogna recuperare due unità di provviste segnate sulla mappa e portarle nel punto prestabilito.

Tali compiti possono consistere nel soccorrere persone, difendere dei veicoli, trasportare viveri e così via. Anche se in fondo si tratta comunque di andare avanti e indietro per la mappa evitando i nemici che vi sparano addosso.
I controlli non sono subito immediati
: prevedono un uso sia dei tasti (l’analogico in particolare, per muoversi) che del touch screen, in maniera vagamente simile a quella di Kid Icarus: Uprising. E che cosa hanno di particolare questi controlli? Non sono adatti ai mancini. Fortuna che sono nato destrimano. In ogni caso, prima o poi comincerete ad abituarvi a districarvi in mezzo al fuoco nemico, superando un livello dopo l’altro. Questi livelli sono organizzati in gruppi e, ogni volta che si passa al gruppo successivo, il nostro drone acquisirà una nuova abilità: potremo iniziare a sparare, a fermare il tempo, a teletrasportarci bypassando i nemici. No, dico sul serio. O almeno, è quello che ho capito, visto che il gioco fornisce giusto un’immagine per fare più o meno intuire cosa fare.

Negli angoli dello schermo superiore potete trovare informazioni come la salute, l'energia rimanente del drone (che deve essere periodicamente ricaricata), il tempo a disposizione e altro
Negli angoli dello schermo superiore potete trovare informazioni come la salute, l’energia rimanente del drone (che deve essere periodicamente ricaricata), il tempo a disposizione e altro.

Ora che ve l’ho spiegato meglio, sembra un gioco più interessante. Sicuramente giocandoci riuscirete ad avere un’esperienza migliore della mia, di cui del gioco non sapevo assolutamente niente a parte quello mostrato nel trailer. Quindi i cari sviluppatori di RV-7 My Drone avranno pensato bene di aiutare il poveraccio che ha preso un gioco così a caso, giusto? Il gameplay è inserito in qualche contesto? No, solo quelle due righe accennate all’inizio del trailer. C’è un menu principale dove vengono visualizzate delle istruzioni? No, semplicemente abbiamo l’immagine che vedete in cima alla pagina. L’interfaccia, già povera di suo e dallo stile dubbio, è intuitiva? Neanche, perché più volte mi è capitato di toccare parti del touch screen che erano puramente estetiche. Tra l’altro, la “musica” è composta da quei due o tre brani in loop continuo, che non fanno altro che alimentare la ripetitività del gioco stesso. È un gioco con cui ti inizi a divertire quando l’hai già finito.

FLY DOWN/10

A meno che non abbiate voglia di buttare €2 o non siate fan sfegatati dei droni, questa roba non fa per voi.

PRO

CONTRO

Il gameplay è l’unica cosa decente.

Il gameplay è l’unica cosa decente.


Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all’arena dei mostri per ottenere la spada Falcon.
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Dario "Spiky" Vetrano

Studente fuorisede e (sedicente) appassionato di RPG, in particolare Dragon Quest e Fire Emblem. Passa più tempo a cercare di recuperare vecchi giochi che a provarne di nuovi. Quando non scrive articoli, probabilmente sta perdendo tempo all'arena dei mostri per ottenere la spada Falcon. Lo trovate su Facebook e Twitter.