1 novembre 2018 • Notizia

Annunciati i rimanenti amiibo di Super Smash Bros. Ultimate

“Tutti i personaggi presenti nel gioco avranno un amiibo: le parole di Sakurai sono sentenza, e infatti ogni singolo personaggio avrà la sua statuetta, il cui rilascio, in molti casi, è già programmato!

Eccezion fatta per il momento per Simon, Richter, Snake, l’allenatore di Pokémon, Samus Oscura, Chrom e Incineroar, sono state infatti annunciate, durante l’ultimo Super Smash Bros. Direct, le date di rilascio delle varie ondate di amiibo. Nell’ordine:

7 dicembre 2018 (ovvero al lancio):

 

  • Wolf
  • Inkling
  • Ridley

15 febbraio 2019:

  • King K. Rool
  • Ice Climbers
  • E ovviamente la Pianta Piranha, che verrà rilasciata anch’essa verso febbraio.

” Durante il 2019″:

  • Pichu
  • Daisy
  • Fuffi
  • Link bambino
  • Ken

Di seguito, anche lo spezzone di comunicato stampa di Nintendo a riguardo:

• Nuovi amiibo: tutti i nuovi personaggi di Super Smash Bros. Ultimate – anche quelli dei DLC! – saranno disponibili come statuette amiibo. Sono inclusi Ken, Incineroar e la Pianta Piranha, oltre ai recentemente annunciati Simon Belmont e King K. Rool. Di seguito le date di lancio. Maggiori dettagli su amiibo futuri saranno comunicati più avanti.
o Inkling, Ridley e Wolf – 7 dicembre 2018
o King K. Rool, Ice Climbers e Pianta Piranha – 15 febbraio 2019
o Fuffi, Pichu, Ken, Link bambino, Daisy – 2019

E voi? Li comprerete? E soprattutto, prenderete i DLC facenti parte del Fighters Pass?


Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente.

Lo trovate su Facebook e YouTube.

Autore: Luigi "Enpitsu" Riccio

Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente. Lo trovate su Facebook e YouTube.