23 agosto 2018 • Notizia

Langrisser I&II è stato annunciato per Nintendo Switch

Nell’ultimo numero di Famitsu è stata annunciata una nuova raccolta di giochi rétro: Langrisser I&II, in arrivo su Nintendo Switch e PlayStation 4.

Se non avete mai sentito parlare di questa saga, non temete. Si tratta di una serie di titoli strategici a tema guerresco-germanico, di stampo simile a Fire Emblem. Usciti originariamente su SEGA Mega Drive nel 1991 e 1994 rispettivamente, il primo capitolo è uscito in occidente con il titolo Warsong, mentre il secondo non ha mai lasciato il Giappone. Sono però stati raccolti in seguito su PlayStation e Saturn.

Quella che è stata annunciata, però, non è un port della raccolta su PlayStation: i due titoli saranno rifatti da zero, dalla grafica al gameplay. I character design sono nuovi, il gioco sarà interamente doppiato e l’interfaccia utente ottimizzata, per accogliere sia i veterani che i novellini.

La raccolta sta venendo sviluppata da Kadokawa Games, noti soprattutto per la serie RPG Maker. Secondo la rivista, lo sviluppo del titolo è attualmente al 50%, e sarà presentato ufficialmente il 29 agosto.

Fonte: Gematsu

AGGIORNAMENTO: È stato aperto il sito giapponese ufficiale della raccolta, contenente artwork, dettagli sulla storia e un breve teaser.


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.