16 novembre 2018 • Notizia

Reggie parla di Super Smash Bros. Ultimate, Waluigi e Switch Online

Oltre a distruggere le speranze di chi voleva un Nintendo 64 Mini, Reggie Fils-Aimé di Nintendo of America ha avuto altro da raccontare a Kotaku nel corso della sua intervista. Ecco alcuni punti salienti raccolti dai ragazzi di GoNintendo.

Sui giochi classici di Nintendo Switch Online:

Guardando al futuro, il nostro servizio a pagamento, NSO [Nintendo Switch Online] sarà il posto dove accedere ai nostri giochi classici… Vedremo cos’altro arriverà. Come hai fatto notare, non abbiamo ancora reso disponibile l’intera libreria NES. Il contenuto dev’essere ottimizzato per l’hardware di Switch. È qualcosa su cui stiamo lavorando duro. Come te, anch’io non vedo l’ora di giocare Metroid sul servizio NSO e continueremo a rilasciare giochi in quel modo.

Sui personaggi DLC di Super Smash Bros. Ultimate:

Non ho parlato con Sakurai, ma credo che lui voglia mettere bene in chiaro due cose. Uno, i personaggi sono stati già decisi; secondo, li stanno già sviluppando, quindi siate pazienti. La mia idea è che stavolta non ci saranno sondaggi tra i fan, e che nessun sondaggio indipendente che chiede (esempio a caso) Waluigi giocabile cambierà le decisioni che sono state già fatte.

Su Waluigi in Smash [seriamente stiamo ancora a chiedere ‘sta roba? Avete rotto, ndr]

Non siamo qui per parlare di questo al momento.

Sul supporto a giochi competitivi ed eSports:

  • Nintendo sta lavorando con gli eventi esistenti per espandere il prodotto e coinvolgere le community.
  • L’approccio Activision-Blizzard di creare delle leghe per i propri giochi non è ritenuto sensato, per il tipo di giochi che fa Nintendo.

Sui giochi Cloud disponibili in Giappone come Resident Evil 7 e Assassin’s Creed Odyssey:

È una cosa specifica per il Giappone, visto che lì esiste un’infrastruttura Internet wireless molto veloce. In Giappone, esiste la possibilità di vivere un’esperienza profonda. Qui negli USA non esiste ancora l’infrastruttura tecnica perché questo succeda, e stiamo guardando a quest’attività come un test molto interessante, che potrebbe farci considerare cosa fare qui in America.

Sul continuato supporto di Nintendo 3DS:

Il nostro punto focale di sviluppo è Nintendo Switch. Basta guardare i numerosi titoli disponibili e annunciati. Comunque, ci sono un sacco di bambini di cinque, sei, sette anni che hanno l’opportunità di avere la loro prima console ed avere una fantastica esperienza. E a quello serve il nostro business portatile, sia 2DS che 3DS… su Switch vogliamo le esperienze più nuove. Per questo il nuovo Luigi’s Mansion su Switch sarà un’esperienza fantastica.

Per chiudere in bellezza, Reggie ha menzionato il fatto che il Season Pass di Zelda: Breath of the Wild ha venduto “ottimamente” nel territorio americano.


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.