28 Novembre 2015 • Recensione

Rodea the Sky Soldier (Wii U & Nintendo 3DS)

Rodea the Sky Soldier è l’ultimo gioco sul quale Yuji Naka (l’uomo da molti considerato essere il creatore di Sonic The Hedgehog) ha posto la sua firma, ed è forse proprio grazie a ciò che questa produzione  è riuscita a generare un chiacchiericcio così rumoroso nonostante risulti essere di dimensioni relativamente piccole. Non si può di certo dire che questo videogioco sia passato inosservato, insomma, specie considerando il forse esagerato vortice di entusiasmo, ma anche di dubbio, che s’è scatenato già dopo il rilascio dal primo trailer, il quale ha spinto parecchia gente ad aspettare con ansia il lancio di questo titolo. Ora è giunto il momento della verità: c’è da rimanerne esterefatti, oppure inguaribilmente delusi?

Prima di iniziare, penso sia giusto fare una doverosa premessa: noi abbiamo giocato (e ci accingiamo a recensire) le conversioni per Wii U e Nintendo 3DS di Rodea the Sky Soldier, durante lo sviluppo delle quali Yuji Naka non è stato direttamente coinvolto. Lo stesso papà di Sonic raccomanda di giocare alla versione originale, quella a cui lui ha lavorato, quella per Wii, ma noi, purtroppo, non abbiamo avuto occasione di provare con mano quell’edizione, quindi non siamo in grado di esprimere giudizi su di essa. Tuttavia, vi ricordo che comprando Rodea the Sky Soldier per Wii U, si avrà in omaggio anche una copia fisica della controparte per Wii (si tratta, però, di un’offerta che sarà disponibile fino ad esaurimento scorte).

Un pessimo impatto iniziale

RodeaTheSkySoldier-5
Il tutorial vi farà sentire un po’ stupidi.

Rodea the Sky Soldier inizia nel peggiore dei modi immaginabili, ovvero con una serie di tutorial che tendono ad insultare l’intelligenza del giocatore. Il gioco sente il bisogno di incularci nella maniera più noiosa possibile ogni tipo di nozione, anche le più ovvie. Avreste mai immaginato che per muovere il proprio peronaggio si utilizza la levetta analogica sinistra?
Ciò che c’è di più strano è che questa maldestra, ma comunque dettagliata, introduzione alle meccaniche non risulta essere nemmeno efficace, affatto. Giunti nel primo livello, infatti, ci si ritrova un po’ spaesati e vi assicuro che i primi minuti di gioco li spenderete a sperimentare e a litigare con il sistema di controllo (di cui parleremo nel dettaglio più tardi), cercando di prenderci familiarità.
Un altro aspetto che subito vi salterà all’occhio sarà certamente quello visivo.  Lo dico senza troppi fronzoli, Rodea the Sky Soldier da guardare è brutto come la peste.

RodeaTheSkySoldier (3)
Il colpo d’occhio offerto dal gioco può arrivare addirittura a risultare ripugnante.

Trattando del suo aspetto tecnico, non esagero dicendo che siamo su standard che sarebbero imbarazzanti persino su Wii: mole poligonale che tende al minimo indispensabile, geometrie parecchio elementari la fanno da padrone, le animazioni risultano legnosissime, le texture sono di bassa qualità e spesso vengono pure parecchio “stirate” e il tutto è condito da un sistema di illuminazione davvero piatto (e non fatemi parlare delle esplosioni, vi prego). Ovviamente, non mancano nemmeno occasionali, ma frequenti e pesanti, cali di frame-rate, e anche un po’ di pop-up.
La direzione artistica, comunque, ha anch’essa la sua ricca dose di colpe, dato che gli sviluppatori hanno fatto delle strane scelte sotto quell’ambito: il gioco è caratterizzato da un artstyle che oscilla tra il “realistico” e il “cartoonoso” (è possibile notare la presenza di un lievissimo filtro toon-shading aguzzando lo sguardo). Il risultato è insipido e anche parecchio anonimo. L’immagine, comunque, risulta essere piuttosto pulita, eppure rimane difficile da leggere perché tutto appare piatto, scuro, monotono, anche per via di scelte cromatiche (tendenti a colori freddi, scuri) davvero poco azzeccate. Insomma, manca totalmente una certa verve creativa.

RodeaTheSkySoldier (4)
Su Nintendo 3DS il gioco risulta essere almeno guardabile. O comunque, lo è di più di quanto non lo sia su Wii U.

La controparte per Nintendo 3DS di Rodea the Sky Soldier già appare un po’ più dignitosa. Questa versione pare condividere lo stesso comparto tecnico della versione per Wii U, ma ovviamente su una console portatile dalle così limitate capacità il tutto riesce ad apparire addirittura gradevole da guardare, anche se la qualità delle texture e le scelte cromatiche rimangono pure qui inaccettabili. Inoltre, anche su portatile questo gioco è afflitto da qualche occasionale calo di frame-rate.

Il fondatore, ormai non più attivo sul sito. Ovviamente anche lui ha un problema come molti di noi: è un gattaro.

Autore: Jun

Il fondatore, ormai non più attivo sul sito. Ovviamente anche lui ha un problema come molti di noi: è un gattaro.