Noitu Love – Wii U e Nintendo 3DS (RECENSIONE)

3 min.
13.02.2018
Recensione


Anno corrente: 2228. È ormai trascorso un intero secolo dalle leggendarie gesta del membro della “Peacekeeper League”, Noitu Love. Dopo che il ragazzo ebbe scongiurato la terrificante minaccia dell’armata Darn, sembrava stesse andando tutto per il meglio, fin quando…

In Noitu Love: Devolution (o Noitu Love 2: Devolution, su altre piattaforme) ci troveremo a vestire i panni di Xoda Rap, eroina appartenente allo stesso squadrone del mitico Mr. Love. Il gioco ci catapulterà immediatamente in medias res, precisamente nel bel mezzo di un attacco dell’esercito nemico, capitanato dal professore Darnacus Damnation, personaggio ritenuto defunto dopo la fine del primo capitolo della serie. Sarà compito di Xoda riuscire a capire e sventare le malvagie intenzioni di Darnacus. Destreggiandosi tra i sei livelli proposti dalla storia principale, armata unicamente delle sue abilità nel combattimento corpo a corpo, la nostra protagonista farà la conoscenza di diversi personaggi, alcuni inizialmente ostili, che successivamente si riveleranno essere alleati.

ss_dbd1c7613455f15efe4f10842b63b6e1bed11126.600x338

La chiave di successo di questa avventura risiderà nell’abilità del giocatore nel riuscire a tener testa alla freneticità del gameplay proposto dallo sviluppatore svedese Joakim “Konjak” Sandberg. Noitu Love: Devolution è, sostanzialmente, un platform a scorrimento orizzontale. L’obiettivo è semplice: raggiungi la fine del livello e sconfiggi il boss, il tutto condito dalla classica regola “colpisci e non venire colpito”. La particolarità del gameplay di questo gioco risulta essere il ritmo a cui esso stesso procede, privo di momenti morti. Elementi come l’alta velocità di movimento del nostro personaggio, il level design non troppo carico di ostacoli e l’onnipresenza di nemici su schermo, contribuiranno nell’insieme a mantenere una velocità incalzante e a far rimanere il giocatore concentrato durante il proseguimento del gioco.

nl02

Per quanto riguarda la versione 3DS, Il touch screen sarà il nostro principale metodo di controllo. Basterà un rapido tap su un nemico per scattare immediatamente verso di lui e, continuando ad effettuare il medesimo gesto sulla posizione del nostro avversario, procederemo a colpirlo con attacchi in combo, sì automatici, ma molto appaganti da vedere. In aggiunta a questo principale metodo di attacco, avremmo anche la possibilità di utilizzare due attacchi speciali (effettuabili con dei movimenti particolari del pennino o con un doppio input rapido sulla croce direzionale) e di proteggerci dai proiettili piazzando degli scudi in giro per la schermata dove si trova il nostro personaggio. La situazione è analoga nella versione Wii U, per la quale è previsto anche l’utilizzo dell’accoppiata Wiimote + Nunchuck che va a sostituirsi al già citato utilizzo del touch screen del GamePad. Una scelta, quest’ultima, che consente di poter godere del gioco sul televisore, cosa altrimenti impossibile a causa della peculiarità dei comandi che costringono i giocatori a mantenere lo sguardo fisso sullo schermo tattile.

nl04

Il gioco presenta un sistema di rating e classifiche assegnato al giocatore a fine livello; a seconda di quanto tempo impiegheremo a completare lo stage, quante volte verremo colpiti e quante catene di attacchi riusciremo ad effettuare, ci verrà dato un voto che può variare da un minimo di D ad un massimo di A. Sebbene il gioco sia effettivamente corto (si parla di circa un’ora per completare la storia principale), ho personalmente gradito molto la decisione di proporre ben tre livelli di difficoltà e tre personaggi selezionabili (di cui due sbloccabili dopo aver finito la storia per la prima volta). Queste due aggiunte si sono rivelate importantissime per regalarmi qualche ora di divertimento in più e per giustificare il prezzo di acquisto proposto al pubblico, ossia 9,99€. Postilla: sempre riguardo alla quantità e varietà dei contenuti presenti nel gioco, sono rimasto un po’ deluso dal fatto che, almeno per quanto riguarda la versione per Nintendo 3DS, non sia presente il boss segreto affrontabile nella versione PC tramite un piccolo procedimento nascosto. Pazienza.

Noitu_Love

A livello tecnico, Noitu Love è una dichiarazione d’amore ai 16 bit. Ad una prima occhiata il gioco appare come una sorta di Metal Slug dai toni simil-pastello, il che rende piacevolissima l’esperienza anche dal punto di vista dell’impatto visivo. L’azione scorre frenetica sullo schermo senza mai un calo di frame-rate, garantendo la fluidità necessaria per godere appieno un titolo che fa del ritmo il suo punto di forza. Una nota a parte se la meritano i boss di fine livello, che sono dei piccoli capolavori di stile e design. Nella sua pur breve durata, è stata proprio l’attesa della scoperta dei suddetti boss a tenermi incollato a Noitu Love, attesa sempre ripagata con battaglie divertentissime e molto belle da guardare. Le musiche richiamano anch’esse l’epoca 16 bit, con temi frizzanti ed energici che vengono messi al servizio dell’azione: decisamente cosa buona e giusta quando si parla di “colonna sonora”.

In conclusione, Noitu Love si rivela quindi un platform fresco, frenetico e bello da vedere su entrambe le console Nintendo. Peccato però che la versione Wii U non sia godibile sul televisore nel caso in cui si scelga di usare il touch screen come sistema di controllo.

EPILESSIA/10

  • Frenetico e divertente
  • Ispirato a livello visivo
  • È pure bello da sentire!
  • Su Wii U usando il touch screen non possiamo guardare il televisore
  • Storia breve
Un coloratissimo platform in 16 bit che piacerà a tutti coloro che amano i giochi dal buon ritmo.