Polygon chiede a Doug Bowser dei giochi Nintendo Switch già annunciati

2 min.
17.12.2020
Notizie


Bayonetta 3, Metroid Prime 4, il sequel di The Legend of Zelda: Breath of the Wild… ci sono tanti giochi teoricamente in arrivo su Nintendo Switch che sono stati annunciati diverso tempo fa e poi più niente. Oppure solo brutte notizie.

Polygon, intervistando il presidente di Nintendo of America Doug Bowser, ha provato a chiedergli notizie su questi titoli misteriosi, e già che c’era anche sul successo di Hyrule Warriors: L’era della calamità.

Polygon: Capisco che c’è molto poco che Lei può dire su questi titoli, ma ci sono certi giochi su cui è calato un silenzio tombale. Mi chiedevo se può dirci qualcosa su Bayonetta 3, Metroid Prime 4 e The Legend of Zelda: Breath of the Wild 2.

Doug Bowser: Lei ha seguito Nintendo abbastanza a lungo da sapere che man mano che lo sviluppo di un titolo va avanti, e quando pensiamo sia il momento giusto, condividiamo i progressi con la community. Non c’è altro che posso dire su quei tre titoli.

P: Volevo parlare nello specifico di Hyrule Warriors: L’era della calamità. Il canon di Zelda è abbastanza strano, come si sa. Ma fare questo tie-in per un gioco annunciato, come una sorta di anticipazione, è una strategia piuttosto unica. Pensate di fare cose simili, visto il successo di Hyrule Warriors, anche con gli altri franchise? Tipo: “Ehi, ci sarà questo gioco che è il first-party AAA, ma magari assumiamo un altro studio per, diciamo, anticiparlo.”

B: Io cerco di non parlare mai a nome degli sviluppatori, voglio che parlino per sé. Ma a livello macro posso dire che ogni sviluppatore ha il diritto di decidere come gestire la propria IP, se aggiungere nuovi sequel e come svilupparli. Quindi non posso dire che ci sia uno schema: ogni sviluppatore tratta la propria IP in modo molto, molto diverso.

P: Ma dal Suo punto di vista personale, a Lei piace questa strategia?

B: Credo che abbia funzionato molto bene per Zelda. Credo che sia stato l’interludio perfetto per chi ha già finito Breath of the Wild, ma anche per chi è ancora nel pieno del giocarci o l’ha appena iniziato. Penso sia un ottimo titolo del franchise.