iQue propose una versione online di Pokémon Verde Foglia e Rosso Fuoco

2 min.
24.07.2020
Notizie


Tra i leak trapelati nelle ultime ore non poteva mancare qualcosa relativo alla serie Pokémon. La notizia più interessante, in questo senso, proviene dalla Cina: iQue, infatti, aveva proposto nientepopodimeno che una versione aggiornata di Pokémon Verde Foglia e Rosso Fuoco avente funzionalità online.

Riassumiamo qui i contenuti del progetto di iQue datato novembre 2004:

  • Il gioco sarebbe uscito su Game Boy Advance, e la console si sarebbe potuta connettere al PC per usufruire delle funzionalità online (usando comunque il GBA come controller);
  • Il gioco offline sarebbe stato pressappoco identico a VF/RF, ma presentava alcune differenze chiave pensate per adeguare il gioco alle funzionalità online: in particolare, sono assenti le Uova e la Sala Contatto, si possono depositare solo 30 Pokémon nel PC in-game e sono supportati i caratteri cinesi.
  • Una volta connesso online, il gioco sarebbe stato in grado di modificare la distribuzione dei Pokémon e il meteo in-game in base all’indirizzo IP della connessione Internet. Tali modifiche erano permanenti nel gioco offline fino alla connessione successiva.
  • Le Uova non scomparivano del tutto, ma la loro schiusa era affidata alle funzionalità online, che ne determinava il “Pokémon Egg Type” in base all’ora e alle condizioni meteo nella vita reale. Non è chiarissimo se con “Pokémon Egg Type” si intenda la natura del mostriciattolo o proprio la specie di appartenenza, in una maniera simile a Pokémon GO.
  • Le limitazioni imposte al PC del Centro Pokémon erano pensate per incentivare l’utilizzo di un server online nel quale potevano essere depositati molti più Pokémon, in maniera simile al coevo Pokémon Box o all’attuale Pokémon HOME.
  • Le funzionalità della Sala Contatto (e quindi della modalità wireless) erano ripensate per l’utilizzo in Rete.
  • A pochi mesi di distanza dal lancio del nuovo gioco, sarebbe stata rilasciata una “Modalità Torneo Online” per PC che permetteva di lottare con Pokémon in 3D in maniera simile a Pokémon Stadium, usando comunque il GBA come controller.
  • Dopo un altro po’ di tempo sarebbero state introdotte le prime “Online Pokémon Capture”, ossia un modo per catturare nuovi Pokémon entro un certo limite di tempo. Come la modalità Torneo, quesfa modalità avrebbe usato il PC come display e il GBA come controller.

Evidentemente il progetto non ha avuto troppa risonanza presso la casa madre perché presumibilmente, a quei tempi, erano già in sviluppo sia Pokémon Diamante e Perla che Pokémon Battle Revolution, che avrebbero già aggiunto una buona parte delle funzionalità online previste per questo fantomatico gioco. Tuttavia, le altre idee di iQue non sembrano per niente astratte: voi cosa ne pensate?

Fonte: Centro Pokémon