Pokémon GO: un’intera nazione è stata bannata dal gioco

1 min.
20.08.2016
Notizie


Niantic ha da poco messo in pratica dei ban permanenti per i giocatori che faranno uso di cheat come falsificare la posizione oppure usare dei bot per catturare automaticamente Pokémon. L’azienda può attuare i ban in due modi: utilizzando l’username del giocatore, oppure il suo indirizzo IP. In particolare, con quest’ultimo metodo, gli utenti potranno entrare nel gioco, ma non potranno vedere palestre, PokéStop o Pokémon vicini.
Poco fa, un utente della community di Reddit /r/pokemongodev ha deciso di fare un esperimento proprio con i ban degli IP. Utilizzando molte schede SIM, ha attuato diverse scansioni simultanee nel gioco: ciò è stato interpretato come l’azione di un servizio simile a Pokévision, proibito da Niantic stessa. Ognuno di questi scan tuttavia era effettuato utilizzando un indirizzo IP nazionale, utilizzato da un operatore telefonico belga. Il risultato è che Niantic ha bannato ogni utente che utilizzasse il suddetto operatore (che è quello di maggior successo in Belgio). Dopo aver letto il post dell’utente, poi, l’azienda ha deciso di escludere preventivamente dall’applicazione ogni utente che abitasse in Belgio.