14 Febbraio 2019 • Notizia

Nintendo e PlatinumGames annunciano Astral Chain per Nintendo Switch!

Cogliendo in pochi secondi tutti di sorpresa, ecco che PlatinumGames ha sganciato una bomba di quelle epocali, con l’annuncio del loro prossimo gioco in esclusiva per Nintendo Switch: Astral Chain.

Il gioco, simile ad un misto tra action e gioco di ruolo, è diretto da Takahisa Taura, che aveva già lavorato a Nier: Automata, ed è supervisionato da Hideki Kamiya, il quale è ritornato sotto i riflettori dopo l’incidente di percorso con Scalebound. Di seguito il comunicato stampa di Nintendo Italia:

  • ASTRAL CHAIN: ASTRAL CHAIN è un nuovo gioco d’azione di PlatinumGames diretto da Takahisa Taura, il game designer di NieR:Automata, e supervisionato da Hideki Kamiya, creatore della serie Bayonetta. Come membri di un’unità speciale della polizia in una futuristica città multiculturale, i giocatori devono collaborare con un’arma umanoide chiamata Legion in un’avventura che fonde combattimenti ed esplorazione. Maggiori dettagli su questa esclusiva per Nintendo Switch saranno svelati in futuro. ASTRAL CHAIN sarà disponibile dal 30 agosto.


Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l’addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l’internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest’ultimo non lo usa mai).

Autore: Filippo "Flippoh" Corso

Videogiocatore incallito, a volte si scorda di essere il capo di Nintendoomed, nonché l'addetto alle pubbliche relazioni del sito. Quando non ha nulla da fare si occupa di progetti pazzi o di recuperare giochi e console vecchie, le quali ovviamente non toccherà mai. Per due volte ha trollato l'internet, ma queste sono altre storie che non andranno mai raccontate. Lo trovate anche su Facebook e Twitter (anche se quest'ultimo non lo usa mai).