Pikachu cambia nome in Cina, la popolazione non ci sta

2 min.
31.05.2016
Notizie


Il mercato cinese è sempre stato difficile da gestire per Nintendo, quasi quanto quello coreano. Memorie di guerra, diffidenza reciproca, e nel caso di Pechino una popolazione smisurata non sempre facile da raggiungere. Ma per Pokémon Sole e Luna, i giochi che usciranno a novembre e saranno disponibili per la prima volta in cinese, si è presa una decisione importante: imporre gli stessi nomi a tutto il paese, restando fedeli agli originali giapponesi. Dopo quasi vent’anni in cui sono state usate traduzioni locali per Pikachu e i suoi colleghi, i fan cinesi non ci stanno.

A complicare ulteriormente le cose dobbiamo ricordarci della situazione politica di quella che viene definita “Grande Cina”, ossia il territorio in cui saranno venduti Sole e Luna: oltre a includere la nazione con capitale Pechino abbiamo infatti Hong Kong, l’ex colonia inglese “restituita” nel 1997 (e questo video è un’ottima lezione di storia), l’ex-colonia portoghese di Macau e Taiwan, il territorio che dal 1945 si proclama come Repubblica Cinese. In questo minestrone di territori si parlano lingue diverse, con una fortissima valenza identitaria: ad Hong Kong si parla infatti il cantonese, e non il mandarino che sarà ‘imposto’ con Sole e Luna. Questa scelta ha scaldato ancora di più gli animi, dopo che per quasi vent’anni ogni angolo di Grande Cina aveva la propria traduzione dei nomi dei mostriciattoli, ciascuna adattata alla cultura locale.

Si è arrivati addirittura a una protesta sotto il consolato giapponese ad Hong Kong, con fan inferociti che rivolevano il loro Bei-kaa-chyu invece di Pei-kaa-jau, quello che sarebbe diventato il nuovo nome della mascotte.

Una scelta sicuramente infelice in un mercato delicatissimo quale quello cinese, che rischia seriamente di mettere in pericolo il successo dei nuovi giochi in territori così attaccati alle proprie tradizoni e lingue. Se Nintendo sia intenzionata a tornare sui suoi passi è tutto da vedere, ma data la vicinanza dei nuovi giochi (usciranno là il 21 novembre) è probabile che per Sole e Luna i fan locali debbano adattarsi ai nuovi nomi.