Nuovi giochi first party per Wii U e third party per 3DS in arrivo

1 min.
17.02.2015
Notizie


Ieri Satoru Iwata ha tenuto il ritardatario meeting periodico con gli azionisti durante il quale sono stati diffusi, oltre ai prevedibili dati di vendita di cui poco di frega, i progetti di Nintendo per il 2015 (anche se nella maniera più vaga possibile).

No, niente bombe, solo qualche dichiarazione alquanto prevedibile a proposito delle line-up delle console di Nintendo.

3dstp

Sul fronte portatile, Iwata si è vantato di come il Nintendo 3DS abbia ancora un forte supporto dalla comunità degli sviluppatori third-party per via delle enorme vendite (parliamo anche di due milioni di unità, in certi casi) che hanno registrato in passato alcuni dei giochi non-Nintendo per questa console .

« Come potete vedere, molti dei giochi che sono già stati annunciati sono in procinto di essere lanciati, e sono a conoscenza dello sviluppo di molti altri giochi che non sono ancora stati annunciati e che quindi non sono mostrati qui. »

Curioso come non sia stata alcuna menzione dei piani di sviluppo per giochi first-party, invece, specie considerando che le uniche due grosse produzioni interne attualmente in arrivo per 3DS sono Codename S.T.E.A.M. e Fire Emblem If, entrambi casualmente (?) sviluppati dalla stessa software house, Intelligent System.
Diventa sempre più probabile che Nintendo stia già concentrando tutte le sue risorse umane più importanti sul lancio di un nuovo handheld.

wiiufp

Fa invece sorridere l’approccio totalmente inverso per quanto riguarda il Wii U: Iwata si è limitato a dire che sono in arrivo molti giochi first-party (alcuni ancora da annunciare) che sfrutteranno pienamente le caratteristiche del gamepad. Non un accenno alla situazione third-party.

« L’utilizzo del GamePad ha un enorme potenziale e può addirittura creare nuovi modi tramite i quali figli e genitori possono divertirsi assieme. »

Perlomeno, scalda il cuore vedere che Project Giant Robot è ancora vivo, lo vedremo all’E3?