14 novembre 2018 • Notizia

Paul W. S. Anderson rivela nuove informazioni sul film di Monster Hunter

Sembra proprio che un bel po’ di film sui videogiochi debbano uscire prossimamente. Dopo l’ultimo annuncio di Detective Pikachu e i vari Super Mario e Werewolves Within, ci sarà infatti anche quello di Monster Hunter. A dirla tutta, sapevamo già della sua esistenza e oggi siamo qui per parlare di nuovi dettagli.

In un’intervista a Slash Film, il regista Paul W. S. Anderson, ci rivela alcuni nuovi particolari:

D: Monster Hunter è un gioco con il quale sei stato appassionato come lo eri con Resident Evil?
R: Ho conosciuto il gioco 10 anni fa. Sono stato un fan di fan Monster Hunter da ben prima che molta gente in occidente sapesse cosa fosse. In parte perché ho passato molto tempo in Giappone e mi sono innamorato della scenografia del gioco e comincia a parlane con Capcom nove anni fa. È sicuramente un mio progetto di cui sono appassionato, nove anni di lavoro.

D: È simile a Resident Evil del tipo che stai creando un nuovo personaggio originale come Alice?
R: No, il film ha molti personaggi dal gioco al suo interno. Ci sono l’Assistente e l’Ammiraglio, Aiden e l’Assistente di Aiden. Volevamo i Palico. È proprio un film sul videogioco ma in Monster Hunter devi creare il tuo personaggio. Non giochi come Lara Croft o Jill Valentine. Giochi con la tua creazione e c’è definitivamente questo elemento. Alcuni dei personaggi principali saranno nuovi personaggi ma ciò è una rappresentazione di quello che è il videogioco. È certamente un film completamente radicato nel mondo del videogioco, come ti aspetteresti da me che ho lavorato con Capcom per nove anni per adattarlo e portarlo sullo schermo.

D: Avete realizzato tutti i mostri dal gioco o ne avete creati di nuovi?
R: Ascolta, non ho bisogno di creare nessun nuovo mostro. C’è stat una varietà talmente grande di creature meravogliose nel corso degli anni. Stiamo tendendo pesantemente sulle creature preferite da Monster Hunter World che è l’ultimo gioco ma stiamo anche portando quelle che pensiamo essere alcuni dei meravigliosi mostri dai giochi più vecchi. Quindi penso che i fan di Monster Hunter World riconosceranno molto bene quel mondo e i personaggi da quel mondo ma ci saranno anche richiami da alcuni dei migliori momenti e creature dei primi giochi che speriamo possano invogliare la gente a giocarli e scoprire i magnifici paesaggi e creature che la gente che ha giocato Monster Hunter World magari non conosce.

Un progetto ambizioso a detta di Anderson, con tanto di Capcom a dargli man forte. Vedendo però il passato del regista, non è purtroppo così facile dargli troppa speranza. Incrociamo comunque le dita.

Fonte: My Nintendo News


23 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Giocatore competitivo di Smash che ormai attende Ultimate più di ogni cosa al mondo. Amante di Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.

Autore: Lorenzo "Dr Love" Aina

23 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Giocatore competitivo di Smash che ormai attende Ultimate più di ogni cosa al mondo. Amante di Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.