29 settembre 2018 • Nintendoomed Shop

Nintendoomed Shop: controller alternativi per Nintendo Switch

Con il recente lancio del servizio Nintendo Switch Online sono stati resi disponibili alcuni vecchi giochi per NES, come il primo The Legend of Zelda o Super Mario Bros.. Purtroppo, però, i Joy-Con non sono tra i controller più comodi per giocare a questi titoli del passato, vista anche la loro natura più casual: ecco perché noi di Nintendoomed vogliamo consigliarvi alcuni acquisti nel Nintendoomed Shop di oggi.

Le scelte in casa Nintendo

Se volete rimanere tra i prodotti Nintendo ci sono i Pro Controller di Xenoblade Chronicles 2 e di Super Smash Bros. Ultimate, gli unici con la croce direzionale migliorata rispetto al modello base e quello di Splatoon 2. Nonostante questa modifica, la posizione dei tasti e l’impossibilità di cambiare la configurazione base non permette di godersi al meglio certi titoli della libreria NES. Il Pro Controller è comunque uno dei più comodi e sicuramente la soluzione più semplice per qualunque tipo di gioco, considerando anche la notevole durata della batteria.

Se invece volete risparmiare, potete acquistare un Joy-Con D-PAD sinistro della Hori, il quale sostituisce i quattro tasti tradizionali con una croce direzionale. Tenete a mente però che questo controller funziona solo ed esclusivamente in modalità portatile. Adatto insomma per chi è abituato ai Joy-Con.

Ci sarebbe anche il controller del Nintendo GameCube con il suo adattatore, ma è sconsigliato per qualunque gioco non sia uscito su quella console o non sia Smash.

Pro Controller meme
Purtroppo il controller GameCube di Smash Ultimate non è ancora disponibile su Amazon al momento

Inoltre, se proprio volete farvi notare dagli amici, potete acquistare dal My Nintendo Store (Attenzione: solo i membri del servizio Switch Online possono comprarlo) il controller NES per Nintendo Switch alla modica cifra di 60€, più costi di spedizione.

Non trascuriamo le terze parti

Se cercate un’opzione economica troviamo i controller Bluetooth di 8BitDo. Si tratta di prodotti di qualità, anche se non sono configurabili come si desidera su Switch, che però ricalcano le forme dei controller originali NES e SNES, risultando quindi più adatti ai giochi in omaggio, ma anche ad altri titoli, come quelli Neo Geo, arcade o Mega Drive. Inoltre, i controller presentano un loro firmware interno, costantemente supportato dagli sviluppatori dell’azienda che aggiungono nuove funzioni e migliorie.

Vi starete chiedendo come potete usare questi dispositivi sul vostro Nintendo Switch immagino… Beh, basta collegarli tramite Bluetooth come qualunque altro controller (dovrete solo premere Y e START al posto dei dorsali). Altrimenti, questa penna USB vi permetterà di connettere un qualunque dispositivo Bluetooth a Switch tramite le porte presenti sul dock. I controller supportati ricadono in varie tipologie, da quelli della compagnia (i quali possono funzionare anche senza) a quelli prodotti da Nintendo, Sony o Microsoft per le loro console. Nel caso voleste utilizzarli nella modalità portatile o da tavolo dovrete usare anche un adattatore USB-C to USB.

Ma proprio qualunque

Parlando appunto degli altri controller compatibili con la chiavetta della 8bitdo, tra essi figurano il Wii U Pro Controller e il Wiimote (ma a questo punto tanto vale usare i Joy-Con), ma non sono i soli. Infatti ci sono anche le opzioni delle dirette concorrenti, come il DualShock 4 di Sony e il controller di Xbox One della Microsoft. Dopotutto, chi non vorrebbe utilizzare uno di questi controller sulla propria console Nintendo?

Dualshock 4 Meme

Anche questa volta il Nintendoomed Shop è giunto al termine, io vi auguro un buon divertimento con la nuovissima libreria NES, magari assieme a uno dei controller che vi ho suggerito qua sopra!

Giocatore “competitivo” di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.

Autore: Andrea "Andre4102" Diecidue

Giocatore "competitivo" di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.