Nintendo punterà a vendere 30 milioni di Nintendo Switch durante l’anno fiscale

1 min.
03.05.2021
Notizie


Nikkei, giornale dedicato alla finanza nel continente asiatico, afferma che Nintendo vuole vendere 30 milioni di Nintendo Switch nel corso dell’anno fiscale 2021-2022, per capitalizzare sulla domanda generata dall’attuale pandemia. Pare che Nintendo sia già entrata in contatto con vari rifornitori per aumentare la produzione. Una conferma di ciò dovrebbe arrivare in settimana con la pubblicazione del resoconto finanziario e della riunione con gli azionisti.

Nikkei afferma che questa è una strategia piuttosto particolare, considerando che Nintendo Switch è già nel suo quinto anno di vita e deve competere con la nuova generazione di console PlayStation e Xbox, molto più performanti. Ad ogni modo, se Nintendo riuscisse nel suo intento, Switch arriverebbe a un totale di 110 milioni di unità vendute, superando addirittura il Wii, che attualmente è la console fissa della società più venduta. Per darvi un metro di paragone, nel 2020, grazie anche al lancio di Animal Crossing: New Horizons, Nintendo Switch ha totalizzato 24 milioni di unità vendute e Nintendo si aspetta altri 2.5 milioni nel periodo da dicembre a marzo 2021.

Sempre Nikkei riferisce che Nintendo sta lavorando a una versione di Nintendo Switch con migliori capacità grafiche, anche se la fonte di tale informazione resta ignota. Ormai le voci di questa console dotata di grafica migliore si stanno rafforzando, il che potrebbe significare che l’annuncio arriverà a breve, magari all’E3 2021. O può darsi che tutti abbiano preso un abbaglio, non possiamo saperlo.

Fonte: Nikkei