17 settembre 2018 • Notizia

Nintendo Switch Online: l’iscrizione potrà essere pagata con punti d’oro

Ecco l’ennesima delle notizie su Nintendo Switch Online che Nintendo non aveva chiarito. Stavolta però si tratta di una buona notizia: l’iscrizione potrà essere pagata usando i punti d’oro di MyNintendo.

La notizia arriva, come sempre, dalle FAQ del sito Nintendo americano, dove appare la seguente domanda:

D: Posso usare i miei punti d’oro MyNintendo per acquistare l’iscrizione a Nintendo Switch Online?

R: Sì. I punti d’oro possono essere usati per acquistare un’iscrizione. Tuttavia, non possono essere usati per pagare il rinnovo automatico.

Insomma, una buona notizia per i fan degli acquisti in digitale che avevano tutti quei punti d’oro senza sapere che farsene.

Nel caso abbiate bisogno di rinfrescarvi la memoria, ecco come funzionano i punti d’oro MyNintendo: ognuno di essi vale un centesimo di euro, e la quantità ottenuta per ogni acquisto è pari al 5% del prezzo totale per gli acquisti digitali, e l’1% degli acquisti fisici.

In pratica, se si compra su eShop un gioco da 50 €, si otterranno 250 punti d’oro, validi per uno sconto di 2,50 €.

Fonte: ResetEra


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.