7 settembre 2018 • Notizia

Nintendo Switch Online: il supporto cloud sarà indicato sulle scatole

Insomma, finché Nintendo non carica questo Direct, le informazioni su Nintendo Switch Online tocca trovarcele a pezzetti da soli. Proprio oggi arriva una notizia dal Giappone:

L’utente MIN428 ha notato una cosa esaminando la scatola di Hakuoki Shinkai: Fuukaden, uscito oggi su Nintendo Switch. Sul retro c’è scritto “Compatibile con i salvataggi cloud di Nintendo Switch Online”. Questo vuol dire non solo che le scatole di gioco avviseranno gli acquirenti se un gioco supporta i salvataggi cloud, ma anche che alcuni giochi non li supporteranno

In seguito, Nintendo Life ha ricevuto una testimonianza anonima che ha chiarito la faccenda: gli sviluppatori, quando mandano un gioco a Nintendo, hanno la possibilità di scegliere se vogliono o meno supportare i salvataggi cloud.

Si è parlato anche di patch per permettere questi salvataggi su giochi già usciti, una funzione stranamente più facile da implementare rispetto alla cattura video.

Fonte: Nintendo Life

AGGIORNAMENTO: Nintendo Life ha rivelato un altro po’ di dettagli in merito, sempre provenienti dalla fonte anonima:

Tutti i giochi già usciti, di default permetteranno i salvataggi cloud. L’ho chiesto specificamente a Nintendo e ho avuto questa risposta. Se uno sviluppatore o un distributore non vogliono che il loro gioco abbia i salvataggi cloud, devono chiederlo.

Quando pubblichi un gioco, sei incoraggiato a supportare il salvataggio cloud. Devi avere una buona ragione per non farlo.

Di solito motivi per non supportarlo sono il non volere che gli utenti ne abusino per imbrogliare al gioco. A parte Animal Crossing, non mi viene in mente un altro gioco che sarebbe danneggiato dai giocatori che ricaricano salvataggi passati, ma per esempio anche dei giochi che hanno drop casuali di armi potrebbero non volere che si ricarichi un salvataggio.


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.