In questi momenti di difficoltà per il Paese, la redazione di Nintendoomed si appella ai propri lettori. Anziché concludere l’articolo con il solito banner affiliato, vorremmo chiedervi un piccolo, grande gesto per aiutare chi in questo momento sta rischiando la vita per la nostra incolumità. Di seguito riporteremo le coordinate bancarie per effettuare una donazione al conto corrente dedicato della Protezione Civile. In caso, invece, preferiate donare agli ospedali, ci sentiamo di consigliarvi di consultare la seguente lista.

Banca Intesa Sanpaolo Spa
Filiale di Via del Corso, 226 – Roma
Intestato a Pres. Cons. Min. Dip. Prot. Civ.
IBAN: IT84Z0306905020100000066387
BIC: BCITITMM
16 Gennaio 2020 • Notizia

Nintendo Switch in Cina: come funziona esattamente il region lock?

Qualche giorno fa vi avevamo parlato delle cartucce cinesi di Nintendo Switch: che hanno uno strano sistema di region lock per cui solo gli Switch di Tencent possono leggere le cartucce Tencent. Oggi torniamo a parlarvene per spiegare un po’ meglio la situazione, col pretesto che è uscito oggi in formato fisico New Super Mario Bros. U Deluxe nel Paese.

È ancora una volta Daniel Ahmad, analista di Niko Partners, a farci notare il bollino blu in basso a sinistra sulla scatola, che ci avvisa che il gioco è pubblicato da Tencent e funziona solo su una console Switch Tencent. Notare che si tratta dell’uscita fisica, NSMBUDX era già disponibile in digitale un mese fa al lancio cinese di Switch (anzi, era tipo l’unico gioco presente sul loro Nintendo eShop).

Sotto al tweet, Ahmad chiarisce meglio la situazione.

Nota.

Le console Nintendo Switch di Tencent possono giocare i giochi Tencent e i giochi importati. Tuttavia, i giochi importati non possono accedere ai server Tencent per il gioco online.

Le console Switch globali possono giocare ogni gioco di ogni regione, tranne i giochi pubblicati da Tencent nella Cina continentale.

E questo si sapeva, ma Ahmad subito dopo fornisce una possibile spiegazione, molto meno guerrafreddistica di quanto pensavamo.

Un motivo dietro questo strano “region lock al contrario” è che i giochi pubblicati da Tencent hanno un prezzo di 299 yuan (circa 40 $). Questo potrebbe spiegare perché gli utenti internazionali non possono comprare cartucce Tencent: Nintendo perderebbe quei 20 $.

(Ndr: in Europa per i videogiochi vige la strana regola che 1 $ = 1 €, quindi è lo stesso anche per noi. 299 yuan sono pari a circa 38,94 €)

In un commento ulteriore, Ahmad specifica che si tratta di un blocco a livello di firmware, ma conoscendo l’Internet è probabile che prima o poi qualcuno lo hacki.

Che ne pensate? È colpa della Cina malvagia o è Nintendo avara? Inoltre, se volete una scatola di un gioco Switchinese che non potete giocare, potete trovarle sui siti di e-commerce tipo Tmall.

[amazon_link asins=’880807983X’ template=’NDProductLink’ store=’nintendoomed-21′ marketplace=’IT’ link_id=’197c9ad4-512d-41cf-88a1-4f10252e234a’]

Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.