Nintendo spiega il perché del cambio dei nomi dei Pokémon in Cina

2 min.
06.06.2016
Notizie


Continua la battaglia degli allenatori di Pokémon cinesi contro il cambio di nome dei mostri tascabili nei nuovi giochi della serie, Sole e Luna.
Come vi ha raccontato Twist in questo articolo, Nintendo ha preso la decisione, con l’arrivo imminente di Pokémon Sole e Luna, di cambiare i nomi dei mostriciattoli tascabili in tutta la Cina, uniformando così diverse culture con diversi dialetti sotto un’unica lingua, il Mandarino, la quale sarà presente nei giochi di settima generazione.
Data la situazione, la divisione di Hong Kong della grande N ha rilasciato un comunicato mirato a risolvere la questione sul nome della mascotte della serie, Pikachu. Infatti, pur avendo un nome differente in Mandarino e in Cantonese, Nintendo ha dichiarato che in entrambi i dialetti la pronuncia rimarrà sempre “Pikachu”.
Di seguito riportiamo il comunicato tradotto dall’inglese, con la scarsa certezza che un gesto del genere possa placare l’ira dei fan cinesi.

A ‘Petizione per Mantenere le Traduzioni Cinesi di Pokémon a Livello Regionale’:

Grazie mille per il vostro supporto.

Dopo l’annuncio dell’uscita simultanea a livello globale di Pokémon Sole e Luna questo inverno, la notizia dell’inclusione della lingua cinese ha scatenato diverse reazioni. Allo stesso momento, abbiamo ricevuto diverse opinioni, che includevano anche la preoccupazione e la scarsa familiarità con il nuovo titolo del gioco『精靈寶可夢* (Pokémon)』e con i nuovi nomi dei Pokémon che sono apparsi nei giochi precedenti.

Subito dopo l’annuncio di nuove informazioni riguardo Pokémon Sole/Luna avvenuto il 10 di Maggio, sono stati annunciati anche i nuovi nomi dei 151 Pokémon originariamente apparsi in Pokémon Rosso/Verde. Tuttavia, i suggerimenti presenti nella petizione non sono stati seguiti per questo annuncio. Al tempo stesso, non abbiamo fornito spiegazioni dettagliate, causando in questo modo reazioni aspramente negative. Ci scusiamo per il disagio.

La decisione di includere ulteriori linguaggi in Pokémon Sole/Luna è stata raggiunta dopo un confronto tra Nintendo e The Pokémon Company. Per aiutare chiunque a capire lo sviluppo del concetto di Sole e Luna…

Per quanto riguarda il nome cinese di Pikachu – nel gioco sarà「皮卡丘**」. Tuttavia, non abbiamo mai avuto l’intenzione di limitare la pronuncia a「皮卡丘 (PeiKaaJau)」, anzi, desideriamo che al suo posto venga utilizzata la pronuncia globale “Pikachu”.  Per questo motivo, ogni qualvolta che il nome「皮卡丘」apparirà nel marketing e nel materiale promozionale, la pronuncia che verrà utilizzata sarà sempre “Pikachu”.

Capiamo la poca dimestichezza causata dai cambiamenti delle pronunce dei nomi di alcuni Pokémon. Anche se il contenuto di Pokémon Sole/Luna non potrà essere cambiato, l’inclusione della lingua cinese è un primo passo consistente. Ci auguriamo caldamente che questo franchise raggiungerà traguardi ancora maggiori, e per favore, continuate a fornirci il vostro supporto e incoraggiamento. Grazie.

Cordialmente,

Nintendo (Hong Kong) Ltd.

————-

Note del traduttore:

*Il nome 寵物小精靈 (la traduzione di Hong Kong di Pokémon) è apparsa unicamente in diversi media, ciò nonostante Pokémon Sole e Luna sono i primi giochi Pokémon in cui è presente il Cinese.

**皮卡丘 è la traduzione del Taiwan di Pikachu, che in Mandarino viene pronunciata Pikachu. 比卡超 , invece, è la traduzione di Hong Kong di Pikachu, che in Cantonese viene pronunciata ugualmente Pikachu. Ma, come dichiarato da Nintendo di Hong Kong, il nome dovrà essere pronunciato Pikachu indifferentemente dai caratteri di cui è composto.

Riassumendo, la situazione in questo momento è:

Mandarino: Stesso nome, stessa pronuncia
Cantonese: Nome differente, stessa pronuncia

Fonte.