26 Giugno 2019 • Notizia

Nintendo, Sony e Microsoft hanno scritto insieme una lettera di protesta contro le tasse di Trump sulle console

In una recente legislazione della Casa Bianca, è stato deciso che le tasse sulle console sarebbero aumentate del 25%. In tutta risposta, Nintendo, Sony e Microsoft hanno unito le forze e prontamente scritto una lettera di protesta contro la legge.

Il testo, rivolto direttamente a Donald Trump, è stato da poco reso pubblico e potete leggerlo qua sotto:

Il motivo di questa legge è la presenza sul mercato della Cina, con la quale, si sa, gli Stati Uniti non ha buoni rapporti. Infatti, come si può leggere nel tweet, la stragrande maggioranza delle importazioni nel mercato videoludico viene proprio dal paese asiatico.

Si raggiungerà un accordo? Purtroppo non lo sappiamo ma, sicuramente, auguriamo ai nostri amici gamer americani di poter uscire vittoriosi in questa battaglia.

Fonte: ResetEra


24 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Dovrebbe essere un giocatore competitivo di Smash ma ormai si è ritirato sulle montagne e partecipa a un torneo una volta ogni tre anni. Amante di giochi Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.

Autore: Lorenzo "Dr Love" Aina

24 anni, studente universitario ma perditempo professionista nel cuore. Dovrebbe essere un giocatore competitivo di Smash ma ormai si è ritirato sulle montagne e partecipa a un torneo una volta ogni tre anni. Amante di giochi Nintendo e musicista. Lo trovate anche su Twitter.