Nintendo afferma di non avere nuovi grandi progetti per il mercato mobile

2 min.
22.06.2020
Notizie


Grazie al successo di Switch, si può certamente dire che Nintendo può ora rilassarsi senza problemi per quanto riguarda le proprie tasche. Al punto che il presidente Shuntaro Furukawa ha ora affermato di “non voler necessariamente continuare a rilasciare nuove applicazioni per il mercato mobile“.

Un’affermazione sicuramente con del peso, considerando i recenti titoli, ma che ha decisamente senso nell’attuale ottica dell’azienda. Dopotutto, se è anche vero che i guadagni totali ammontano a un miliardo di dollari, c’è da dire che la stragrande maggioranza di questi arrivano da Fire Emblem Heroes, un gioco rilasciato nel 2017. I nuovi giochi, invece, non hanno avuto la stessa fortuna.

Ecco a voi un estratto da Bloomberg sulla questione:

Nintendo Co. si ritira dal dall’arena del mobile gaming dal valore di 77 miliardi di dollari dopo risultati deludenti, ma una volta ambiziosi, terminando uno sforzo che va avanti da più anni proprio quando il mercato sta avendo un boom senza precedenti per il Covid.

Il presidente Shuntaro Furukawa affermò due anni fa che i giochi per smartphone sarebbero potuti diventare un business miliardario con potenziale di crescita, fermo restando che Nintendo avrebbe rilasciato due o tre titoli mobile ogni anno. Ciò diede speranza agli azionisti che pensavano che l’azienda si sarebbe potuta ritagliare una sostanziale fetta del mercato. A maggio, tuttavia, il presidente ha adottato una strategia decisamente differente, dicendo “Non stiamo necessariamente cercando di continuare a rilasciare nuove applicazioni per il mercato mobile”.

Lo share di Nintendo è sceso del 4% il giorno dopo questo annuncio. Osservatori attenti potrebbero aver percepito il fatto che Nintendo stesse diventando sempre più disillusa con il mondo mobile già da prima. Questo progetto per smartphone nacque dalla necessità di arginare il punto basso che fu fallimento di Wii U. Ora, cavalcando l’onda di successo di Switch e la fiducia degli azionisti, la compagnia di Kyoto sembra aver rivalutato il business su mobile e incentrato l’obiettivo sul proprio ecosistema di console.

Pensate che sia una strategia vincente? Sinceramente, penso sia una mossa decisamente sensata, per i motivi già spiegati precedentemente. Vediamo ora come la situazione si evolverà da qui in poi.