15 novembre 2018 • Notizia

Nintendo parla della data di rilascio di Metroid Prime 4 e altro ancora

Reggie Fils-Aime ha parlato: questa volta ai microfoni di Mashable e, sorpresa sorpresa, tra le altre altre cose, riguardo il chiacchieratissimo Metroid Prime 4, annunciato all’E3 del 2017. Vediamo un po’ assieme, dunque, le parole del buon Reggie:

“Tra noi di Nintendo abbiamo una certa idea di quando Metroid Prime 4 verrà rilasciato. Non abbiamo ancora detto nulla, ma lo sviluppo sta procedendo a gonfie vele”

Si è dunque parlato di come Nintendo si approcci all’annuncio e al rilascio di nuovi titoli:

“In genere annunciamo un gioco sei mesi, o un anno, prima che questo venga rilasciato. A volte è necessario dare il messaggio che un gioco sia in arrivo, però, come abbiamo fatto di continuo con The Legend of Zelda: Breath of the Wild ai tempi del Wii U. Diciamo che dipende dal gioco, da come sta procedendo lo sviluppo e dalla risposte che ci aspettiamo in merito dal pubblico”

“Pensiamo attentamente a come scandire il rilascio dei nostri giochi. Detto ciò, siamo comunque ben noti per essere disposti a rimandare l’uscita di un titolo, cosicchè possa venir fuori nella sua forma migliore. Durante la mia carriera abbiamo spostato il rilascio di parecchi giochi e ne è sempre valsa la pena: poniamo massima attenzione alla qualità”

O al come si approcciano alla creazione di nuovi titoli per una console:

“Il nostro obiettivo, con ogni console, è quello di rendere ogni titolo di una data saga il più iconico possibile, che si tratti di Super Mario o di Smash Bros.. Ci vuole del tempo perché ciò sia possibile, ed è di vitale importanza per noi: non rilasciamo una console nuova all’anno, quando un nostro titolo nuovo viene rilasciato deve essere speciale, così da vendere il più possibile”

“Amiamo realizzare nuovi contenuti: muoriamo dalla voglia di realizzare il nuovo Splatoon, il nuovo Arms, il nuovo Labo. Cerchiamo sempre di creare qualcosa che il consumatore non si aspetti”.

E ancora, sul come si approcciano ad altre aziende del settore videoludico:

“Sul lavorare con altre aziende ragioniamo in questo modo: questa azienda condivide i nostri stessi valori? Hanno la nostra stessa mentalità? Le nostre proprietà intellettuali verranno utilizzate in modo consono? Tutto ciò porterà ad una bella esperienza per i giocatori? Questa è la nostra forma mentis a riguardo”

Per arrivare, infine, al punto della situazione sul rapporto tra Nintendo e piccoli e grandi schermi:

“Stiamo valutando diverse opportunità riguardanti film e serie TV. Quando saremo arrivati ad una conclusione la annunceremo”.

Insomma, come sempre immergersi nella mentalità Nintendo è decisamente un’esperienza particolare: speriamo di ricevere presto novità sui nuovi progetti dell’azienda, però!

Fonte: NintendoEverything


Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente.

Lo trovate su Facebook e YouTube.

Autore: Luigi "Enpitsu" Riccio

Studente liceale amante delle arti canoniche tanto quanto del medium videoludico, ha deciso di unire assieme le due cose e dare la sua personalissima lettura al mondo dei videogiochi: non che ci si aspettasse diversamente da qualcuno che fa discorsi filosofici sulla trama di Drawn to Life 2. Quando non scrive, disegna, e quando non disegna è probabile che stia giocando a qualche RPG di bassa qualità per poi scriverci e/o disegnarci a riguardo, ovviamente. Lo trovate su Facebook e YouTube.