Nintendo annuncia di voler entrare in diversi nuovi settori, tra cui quello del benessere e quello gastronomico

1 min.
18.05.2016
Notizie


Che Nintendo voglia finalmente estendere il proprio giro di affari è ormai evidente, basti prendere in considerazione la notizia dell’altro giorno che ci ha ufficialmente confermato che Nintendo ha effettivamente intenzione di cominciare a produrre film basati sulle proprie IP. Ma a quanto pare, il colosso di Kyoto non vuole limitarsi ad espandersi sfruttando le proprie IP, sembra che la società abbia intenzione di esplorare territori a lei completamente inediti.

“Nintendo fa sul serio circa la diversificazione dei propri affari. Hanno presentato oggi dei nuovi atti costitutivi che li faranno entrare in nuovi settori commerciali”.

“I settori in questione sono: dispositivi medici e dedicati al benessere, ‘software per computer’, gestione ed investimenti in stabilimenti gastronomici, cessione in licenza delle IP.

“Non forniscono dettagli su cosa significhi tutto ciò, ma le prime cose che ci possono venire in mente sono il progetto attualmente sospeso del ‘quality of life’ o i parchi a tema che stanno progettando.”

“I nuovi atti costitutivi entreranno in vigore il prossimo 29 giugno, giorno nel quale si terrà la 76° assemblea degli azionisti annuale.”

Insomma, Nintendo decide di tornare un po’ alle origini. Prima di dedicarsi interamente ai videogiochi si occupavano di un’enorme varietà di affari: gestivano compagnie di Taxi e catene di “Love Hotel”, producevano giocattoli, elettrodomestici, carte da gioco, eccetera. Vorranno tornare ai bei vecchi tempi, quando il loro focus non era unicamente quello del mercato videoludico? Presto potremo mangiare in una catena di fast food di Nintendo, forse? Solo il tempo potrà risponderci.

Se volete consultarlo, qui trovate il documento ufficiale: https://www.nintendo.co.jp/ir/pdf/2016/160518e.pdf