È morto Brian Cooper, gestore del sito Japanese Nintendo

2 min.
07.01.2021
Notizie


Se ci leggete da qualche tempo, vi sarà capitato di vedere come fonte delle nostre notizie il sito (o l’account Twitter) Japanese Nintendo. Andando a controllare quei due link possiamo notare che non ci sono stati update dopo il 27 novembre 2020. Questo è perché il ragazzo che gestiva Japanese Nintendo, Brian Cooper, è morto quello stesso giorno.

A dircelo è l’account Twitter toadforsmash, creato anch’esso da Brian Cooper ma gestito da un’altra persona di nome Karim. Vi traduciamo il comunicato, pubblicato solo qualche ora fa:

Buonasera a tutti,

Il mio nome è Karim. Sono l’amministratore di questo account creato da Brian Cooper, che probabilmente conoscete anche come il creatore dell’account Twitter Japanese Nintendo.

Qualche minuto fa, ho ricevuto un messaggio da un amico di Brian, che ha provato numerose volte a contattarlo negli ultimi giorni, dopo la sua scomparsa improvvisa a fine novembre.

Purtroppo, Brian Cooper è deceduto il 27 novembre 2020.

Non ho altri dettagli su cosa è successo, ma mi è stato detto di farlo sapere.

Brian era una persona appassionata, gentile, generosa, con un grande cuore pieno di passione.

Conoscevo Brian solo tramite Twitter. Iniziai ad aiutarlo ad amministrare questo account dopo che lui aveva chiesto aiuto con un tweet. Risposi che l’avrei aiutato con piacere, perché come lui e tutti voi, amo i videogiochi Nintendo.

Come sapete, la dedizione al suo sito e account Twitter, Japanese Nintendo, che per lui era nato come progetto personale a tempo perso, era ammirevole grazie alla sua professionalità, l’attenzione e la chiarezza dei suoi articoli, e per quel progetto ha guadagnato pochissimo.

Spero che questo sia il modo giusto per informarvi.

I miei pensieri vanno alla famiglia e agli amici di Brian, e gli auguro tutta la forza necessaria a sopportare questo periodo difficile. Se avete bisogno di aiuto, fatemelo sapere. Sono qui per voi.

Riposa in pace, Brian.

Anche noi facciamo le condoglianze ai cari di Brian e lo ringraziamo un’ultima volta per tutte le notizie che abbiamo preso dal suo sito. Ciao, Brian.