9 Gennaio 2019 • Notizia

Miyamoto avrebbe voluto fare The Legend of Zelda: Twilight Princess 2

C’è qualche fan di The Legend of Zelda: Twilight Princess qui? Uscito nel 2006 sia su Nintendo Wii che su GameCube, il gioco ha da sempre attirato opinioni contrastanti: chi lo adora nonostante nella versione Wii il sole tramonti ad est, e chi dice “bello ma io volevo Zelda non Shadow of the Colossus per bambini”.

Di recente, grazie al video dello YouTuber GameOver Jesse è tornato alla luce il contenuto di un vecchio Iwata Chiede (ve li ricordate?) dedicato allo spin-off Link’s Crossbow Training. Sì, siamo consapevoli che non è una notizia nuovissima ma… andiamo, quanti di voi, anche se ai tempi l’hanno letta, se la ricordano?

Comunque, in quell’intervista, Shigeru Miyamoto racconta che dopo aver terminato Twilight Princess si era confrontato con il team di sviluppo sul creare una storia secondaria ambientata nello stesso mondo, come Majora’s Mask lo era stato per Ocarina of Time. Purtroppo la squadra non riusciva ad accordarsi su una storia semplice che fosse possibile sviluppare in poco tempo, e decisero così per uno spin-off che utilizzasse il Wii Zapper.

A quanto pare, molti degli elementi di Twilight Princess 2 furono riutilizzati in Skyward Sword. Che ne pensate? Avreste voluto giocare questo sequel o meglio se il mondo grigio e cubico di Twilight Princess se ne rimane per conto suo?

Fonte: NintendoSoup


Studente twentysomething dell’Università di Padova, dopo un’infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch… e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l’aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo).
Lo trovate su Facebook e Twitter.

Autore: Michele "Comemichiamo" Mosena

Studente twentysomething dell'Università di Padova, dopo un'infanzia a suon di PS1 e 2 si è redento passando a Wii, Wii U e Switch... e poi ri-redento prendendo anche una PS4, giusto per darsi l'aria da cosmopolita al di sopra delle console war. Passa il tempo fingendo di essere un membro produttivo della società ma in realtà gioca a videogiochi e occasionalmente scrive sugli stessi (bambini, non imitatelo). Lo trovate su Facebook e Twitter.