26 Ottobre 2017 • Notizia

Miyamoto parla dello stile grafico dei prossimi giochi di Mario

In un’intervista a Game Informer recentemente resa pubblica, Shigeru Miyamoto si è espresso riguardo lo stile di disegno dei futuri Mario 2D, dicendo che molti vogliono utilizzare lo stile di Yoichi Kotabe, ma che c’è anche un team artistico dedicato a creare nuovi design, staccandosi da quello classico che tutti conosciamo.

Di seguito l’intervista.

Siamo quasi a un punto di svolta. Quando pensi a Topolino c’è il Topolino classico e quello moderno, il classico ha un suo stile e quello moderno ha un bel design, ma sta perdendo un po’ di stile, e questo è quello di cui stiamo discutendo per essere sicuri di mantenere intatto lo stile mentre creiamo i personaggi. Il team di sviluppo di ogni gioco di Mario vorrebbe usare i disegni di Kotabe, ma c’è anche un team che dedica anima e corpo a creare nuovi design. Una volta che questi hanno finito, penso che il loro lavoro sarà sempre più riflesso nei giochi.

Recentemente abbiamo collaborato con Uniqlo in un contest in cui la gente poteva mandare dei disegni, e vogliamo continuare a creare e sviluppare nuovi stili di disegno.

[…] Penso che il design del signor Kotabe sia diventato uno standard a Nintendo, ma vogliamo sicuramente vedere se possiamo evolverci in quel senso.

Fonte: MyNintendoNews


Giocatore “competitivo” di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.

Autore: Andrea "Andre4102" Diecidue

Giocatore "competitivo" di Pokémon, passa la vita a fingere di studiare mentre gioca a Fire Emblem e si lamenta dei nuovi giochi della serie. Ha inoltre un grande problema, il cui nome è Xenoblade Chronicles.