Miitopia è stato classificato 18+ in Russia per le relazioni omosessuali

1 min.
16.03.2021
Doomerissima


Miitopia, il porting del GDR strampalato a tema Mii in arrivo su Nintendo Switch, sarà vietato ai minori in Russia, esattamente come lo era stata la versione originale su Nintendo 3DS.

Il motivo è che, con la legge federale per lo scopo di proteggere i minori dalle informazioni che promuovono la negazione dei valori tradizionali della famiglia del 2013, i poveri pampini di grande madre Russia non devono venire a sapere che esistono maschietti a cui piacciono altri maschietti e femminucce a cui piacciono le femminucce. Di conseguenza qualsiasi film o videogioco che contiene relazioni tra persone dello stesso sesso riceve automaticamente una valutazione 18+. Meglio che censurarli completamente, ma i menopeggismi non piacciono a nessuno. Altri giochi che hanno subito questo trattamento sono stati The Sims 4, Stardew Valley e… FIFA 17 (colpevole di avere dei lacci delle scarpe arcobaleno come opzione per i giocatori).

Miitopia fu e rimane l’unico gioco Nintendo a ricevere la valutazione 18+ in Russia e questo, insieme alla mancanza di una traduzione in russo, suona molto come una condanna a morte per il gioco in quel mercato. Ma quali sono queste fantomatiche “relazioni omosessuali” in Miitopia? Semplicemente, personaggi dello stesso sesso possono salire di livello per amicizia, meccanica condita da cuoricini e tanto affetto. Assolutamente peccaminoso.

Fortuna che la Russia non è la Cina, e il suo veto non impedirà alle coppie gay di apparire nell’inevitabile (solo nella mia testa) Tomodachi Life per Switch.

Fonte: Nintendo Life